Utente 150XXX
Buon giorno,
nel settembre 2007 al 3 mese di gravidanza ho avuto una tvp alla gamba sinistra curata con eparina fino al 4 mese di vita del mio bambino. POi dopo circaa 1 anno ho avuto una ipotetica recidiva. Ho fatto analisi e ho scoperto di avere una doppia mutazione genetica del fattore di Leiden e della protrombina. Sono stata in cura con cumadin per 6 mesi (fino a gennaio 2010).
ora sto facendo i massaggi estetici con alghe e termocoperte..vorrei sapere se ci sono pericoli per le mie gambe.

saluti

[#1]  
20563

Cancellato nel 2010
Non so niente dei suoi trattamenti estetici (se li descrive mi aiuta a capire) ma non mi piace la parola termocoperta.

Significa caldo, vasodilatazione, rallentamento del flusso e quindi aumento del rischio recidiva in soggetto predisposto e con precedenti clinici (uno accertato e uno dubbio).

Lei e' praticamente in liberta' vigilata, si sta vedendo cosa fanno le sue vene. Se recidiva ancora, bisogna metterla sotto coumadin a vita (profilassi dell'embolia polmonare).








[#2] dopo  
Utente 150XXX

BE..MI SCUSI MA MI HA MESSO PAURA ADDDOSSO..
I MASSAGGI SONO DI PRODOTTI PER ATTIVARE CIRCOLAZIONE SULLE GAMBE E SUL TRONCO DOVE HO CELLULITE...POI VENGO COPERTA CON UN TERMOCOPERTA NON TROPPO CALDA PER CIRCA 20 MINUTI.

[#3]  
20563

Cancellato nel 2010
Se e' per poco tempo e su cosce e tronco dovrebbe essere accettabile, in fondo anche di notte si sta fermi al caldo.

Temevo la avvolgessero stretta e le dessero una scaldata "per sciogliere il grasso", caldo e vene vanno poco d'accordo, fresco e moto invece promuovono la circolazione.

Ho riletto la sua storia. La trombosi in gravidanza al 3 mese (bisogna vedere le circostanze scatenanti) puo' dipendere dall'entrata in circolo di materiale placentare che e' procoagulante (la gravidanza si associa a una situazione di maggior coagulazione, utile per non avere emorragie al momento del parto). Assieme alla predisposizione genetica questo ha prodotto l'episodio.

In caso di espisodio singolo di trombosi alla gamba i protocolli prevedono terapia anticoagulante per sei mesi, a ridosso dell'episodio, poi sospensione e si sta a vedere cosa succede.

Se il paziente dovesse recidivare ancora, allora l'anticoagulante viene ripreso a tempo indeterminato.

Per questo e' meglio evitare situazioni (immobilita', caldo eccessivo) che rallentano la circolazione e aumentano il rischio di recidive.


[#4] dopo  
Utente 150XXX

grazie mille. risposta piu che esaustiva.

saluti