Utente 154XXX
La mia domanda è rivolta a voi medici specialisti in ematologia.
Lo scopo è quello di estinguere un mio dubbio,
data la mia totale incompetenza nella materia.

▲ In caso di Linfoma Non Hodgkin di tipo Follicolare IV stadio cellule B.▲


Mi chiedevo eseguiti i 6/8 cicli di protocollo chemioterapico R-CHOP.

☞se si dovesse optare per una cura per 2 anni ogni 3 mesi usare il solo anticorpo monoclonale Rituximab, significa che si sta eseguendo una strategia di controllo e che la guarigione è impossibile ?

☞In sostanza la guarigione deve avvenire entro i 6/8 cicli e se si decide di continuare per altri 2 anni con il solo anticorpo significa che si sta eseguendo una terapia di solo mantenimento della situazione raggiunta?

☼ Esattamente perchè viene eseguita solo per due anni ? e poi basta ?

☼ E in che casi solitamente si decide di continuare per 2 anni ogni tre mesi ?

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Lei pone delle domande a cui non è possibile dare risposte precise, anche perchè la terapia con monoclonali non è l'ultima spiaggia ma spesso è utilizzata in sinergia con le altre terapie come chemio ecc.Si utilizza, poi, la terapia con monoclonali in quei linfomi follicolari di tipo più aggressivo come quello di cui parla. Anche i tempi di cui lei parla sono riferiti al caso specifico ma possono variare in relazione ai singoli pazienti. Se c'è guarigione poi non è detto che avvenga entro il periodo dei cicli di chemio , come da protocollo, ma successivamente. Come vede il discorso è molto ampio e non è possibile uniformarlo per tutti i pazienti. Bisogna che parliate con i medici del centro ematologico che segue questo pazienti per una risposta più chiara ed articolata.
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 154XXX

La ringrazio Dr. Arduino, per la celere risposta.

Ho però bisogno di chiederle alcune cose sul protocollo R-CHOP.

Ho notato che dopo i primi 4 cicli di chemioterapia, ho un inizio di ricrescita dei capelli.
Mi chiedevo se era normale ? e se non ha nessun tipo di importanza?

Lei durante il periodo di chemioterapia consiglia una particolare dieta? (io per questi 4 cili ho mantenuto una dieta normale di tipo mediterraneo).

Le chiedo un'ultima cosa è normale in situazioni come queste minzionare più volte al giorno? (10 volte)
aggiungo che nel farlo non provo nessun tipo di bruciore.

Nel periodo della chemio le consiglia di bere più del solito oppure è indifferente?

La ringrazio

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
E' normale che, dopo i cicli di chemio, ricrescano i capelli; per la dieta va bene quella che stà facendo; rigurdo la minzione non è in relazione con la patologia; cerchi sempre di bere molto.
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 154XXX

Dott. Arduino,
Quando ho scoperto di avere il linfoma è perchè stavo male.
Ora dopo 4 cicli di chemioterapia più l'anticorpo monoclonale devo dire che sto meglio di quando avevo iniziato il tutto.
Sono contento tutto sommato pur non avendo per il momento raggiunto nessun obiettivo se non quello di aver completato tutte le tappe del percorso del protocollo previsto per la mia patologia.

Però ancora non riesco a spiegarmi una cosa, non capisco se il mio tipo di malattia è cronica, questo significa che tende a ripresentarsi sebbene sono venuto a conoscenza di persone che hanno avuto la mia stessa patologia e sono in remissione da 7 anni senza aver fatto monoclonali per 2 anni....

La domanda che mi pongo se è cronica perchè solo per due anni e non per sempre....un pò come con i diabetici si usa l'insulina il diabete è cronico e quindi si corregge con l'insulina,....allo stesso modo io dovrei fare l'anticorpo monoclonale....(Mi rendo perfettamente conto che non sono due cose con gravità analoga...)
Quindi mi viene il dubbio che il monoclonale somministrato per un tot di tempo ogni tot di giorni/Mesi serva solo per allontanare la recidiva in quei casi in cui la recidiva è carta.
Quindi ne deduco che non si va oltre ai due anni perchè poi si potrebbe arrivare ad esaurimento midollare quindi Bianchi bassi che si devono alzare con fattori di crescita ... che spesso non li fanno alzare...quindi mi ammalerò....e che decisioni prenderanno...

è possibile che vada cosi?

[#5]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Non è assolutamente possibile fare previsioni future. La cosa fondamentale è una buona risposta alla terapia, come nel suo caso. Saranno, poi, i controlli periodici a decidere , in base ai risultati, i successivi passi, stia tranquillo.
Un saluto

A. Baraldi

[#6] dopo  
Utente 154XXX

Ok, ho capito andiamo a piccoli passi.
Spero di non passare per un'ansioso ma sa...quando si rischia davvero tanto,...o quando si leggono pagine web su internet dove scrivono che hai un limite di vita di 4-5 anni... qualche paura ti viene sopratutto se non conosci la malattia dato che non sono un medico.

La ringrazio