Utente
Salve, mio padre(età 75 anni) ha avuto circa 5 anni fa una tromboflebite (non profonda) alla gamba dx e successivamente (2 anni fa)un'altra(non profonda) alla gamba sx.

Da 5 anni è in cura con il coumadine ed effettua l'analisi dell'INR ogni 15 giorni, di solito inr è stabilizzato sui 2,30, l'ultima lettura invece è stata 1,80, la cura è 3/4 di coumadine al giorno per 14 giorni intervallata ogni 6 giorni da una pasticca intera
Naturalmente porta anche 2 calze elastiche antitrombo, ha chiesto di toglierle ma il medico che lo segue ha detto che deve tenerle vita natural durante

Volevo sapere cosa ne pensate della cura e se la situazione puo essere preoccupante nel senso che possano verificarsi altri trombi

Grazie per l'attenzione

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
E' corretta la terapia con coumadin ed è corretto tenere l'INR tra 2 e 3. Spesso poi, però, bisogna nel prosieguo della cura , fare degli aggiustamenti della posologia, proprio perchè vi possono essere variazioni. Ne parli con il suo medico e/o con il centro TAO che la segue
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente
Grazie, mi può confermare se questa dieta per favorire la circolazione sanguigna è esatta?

L’alimentazione
Per favorire una buona circolazione sanguigna si deve fare un largo consumo di aglio, cipolla, porri, scalogno, mangiare abitualmente grandi quantità di frutta e di verdura, in particolare bere succo di limone, utilizzandolo come condimento insieme all’olio extravergine di oliva. Preferire i latticini freschi e lo yogurt e fare grande uso di tisane depurative.
Va limitato il consumo di formaggi stagionati, verdure cotte, legumi e frutta secca; al pane integrale è da preferire il pane semintegrale o quello di segale. I cibi troppo concentrati, infatti, non sono adatti per favorire la fluidità del sangue

Quindi le verdure crude possono essere mangiate senza problemi?
I formaggi freschi anche?
Per ultimo, è ilcaso di abbandonare il pane lievitato per quello semintegrale?

Grazie

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Al di là del discorso fluidità, la dieta và bene ad eccezione del grande uso di tisane depurative che non condivido poichè sottopone il rene ad un superalvoro; và bene anche bere molto; riguardo il pane và bene anche quello lievitato
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta Dr. Baraldi, le pongo un ultima domanda:
mio padre avrebbe un gran desiderio di togliere le calze di contenimento (soprattutto adesso che andiamo verso l'estate)secondo la sua esperienza è possibile toglierle definitivamente senza correre rischi? Oppure sostituirle con altre calze meno invasive?

Inoltre abbiamo notato che quando si procura una ferita ad una mano(per esempio) esce molto sangue(ma poi si ferma) nonostante l'INR sia correttamente sui 2,3-2,4, è normale?(è proprio l'effetto del coumadin?)

Grazie

[#5]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Le calze aiutano il ritorno del sangue al cuore e quindi sono utili per evitare il ristagno nelle vene. Per quanto riguarda l'INR è normale che il tempo di sanguinamento sia più lungo in funzione proprio dell'azione anticoagulante del farmaco. Le allego anche un link del collega Piscitelli sull'argomento:

https://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/198-le-calze-elastiche.html
Un saluto

A. Baraldi

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio, mi riservo di contattarla in caso di novità.

Cordialmente