Utente 118XXX
Buongiorno,
da sempre soffro di carenza di ferro e anemia. a luglio sono andata presso il centro trasfusione dell'ospedale per fare una donazione di sangue (dopo accertamento dell'idoneità) ma avendo il valore dell'emocromo inferiore al dovuto la dottoressa mi ha detto di prendere per 40 giorni le compresse di ferrograd (una al giorno a colazione). ora ho finito la confezione e i 40 giorni e vorrei andare a fare la donazione, ma settimana prossima ho programmato un piccolo intervento al piede, quindi eviterei e aspetterei prima di donare.
detto questo ciò che volevo chiedere è posso continuare l'assunzione di ferrograd? non l'avevo mai preso e in questo 40 giorni di assunzioni mi sono sentita generalmente molto meglio, meno fiacchezza e stanchezza. posso continuare l'assunzione regolarmente tutti i giorni? devo fare un periodo di pausa? quando è indicato fare una terapia con il ferrograd?

grazie mille

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Sì , ma ci dovrebbe comunicare i valori completi dell'emocromo , sideremia, ferritina, transferrina
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 118XXX

grazie mille per la risposta innanzitutto.
non sono molto pratica di letture degli esami di laboratorio.. e non riesco a trovare i valori sideremia, ferritina, transferrina..
però le posso indicare che all'ultima analisi del sangue effettuata al centro trasfusionale dalla dottoressa avevo i valori dell'emoglobina (11,3), ematocrito (35,0), MCV (81,2), MCH (26,2), indicati come al di sotto dei valori accettabili. tutti gli altri valori indicati sono buoni.
per sapere se posso continuare l'assuzione di ferrograd devo fare un'altra analisi del sangue?

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Il punto è che bisognerebbe sapere che valori ha di ferro, di globuli rossi, di ferritina, altrimenti così a distanza non si può dire di più; perlomeno faccia vedere gli esami alla sua dottoressa
Un saluto

A. Baraldi