Utente 933XXX
Sono un uomo di 66 anni. Circa due anni fa, ad un controllo svolto per altri motivi, il protidogramma ha evidenziato la presenza di una componente monoclonale in zona gamma c.m. 0,3. La successiva immunofissazione evidenzia la presenza di una banda monoclonale di tipi IgG a catena kappa. Proteina di Bence Jones assente. Beta 2 microglobulina 0,99. Tali risultati sono rimasti invariati un anno dopo ed ora si avvicina il momento del terzo controllo. Il mio dottore mi ha anche fatto fare, insieme al secondo controllo (gennaio 2010) una ricerca di eventuali processi infettivi dalla quale é risultata una pregressa infezione da citomegalovirus con IgG pari a 60. La mia domanda é: potrebbe essere questa la causa della presenza del picchetto monoclonale?
Ringrazio per l'eventuale gentile risposta

[#1]  
Dr. Gian Luca Michelis

24% attività
0% attualità
0% socialità
SAVONA (SV)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2008
Gentile signore,
la presenza della sola componente monoclonale ( nel suo caso IgG K)in assenza di altri sintomi o segni indica una Gammapatia Monoclonale. Tale situazione ematologica è assolutamente asintomatica, tranquilla e NON VA IN ALCUN MODO TRATTATA. Saranno sufficienti controlli ematochimici periodici come giustamente le ha consigliato il suo curante per monitorare la componente nel tempo.
La pregressa infezione da CMV è svincolata dalla Gammapatia Monoclonale che invece deriva da mutazioni cellulari.
Le infezioni virali inducono infatti sì la produzione di anticorpi ( le immunoglobuline appunto), ma POLICLONALI E NON MONOCLONALI.
Cordiali saluti.
Dr. Gian Luca Michelis

[#2] dopo  
Utente 933XXX

La ringrazio dottore per la sollecita risposta. Ho appena ritirato le analisi:il picchetto é rimasto invariato ma mi ritrovo con altri valori che mi destano preocccupazione: glicemia nei limiti, azotemia pure e cosî anche transaminasi GOT e GPT, gamma GT e fosfatasi alcalina ma colesterolo totale 233. ( nonostante l'assunzione di fluvastatina 80) e colesterolo LDL 143.. Trigliceridi nella norma ma alfa amilasi 141 ( max 90) e infine lipasi nella norma. Il mio dottore dice che non c'é nulla di preoccupante e che l'amilasi é solo modestamente aumentata. Basta controllare un pò la dieta ed eventualmente ripetere l'esame fra un mese. Queste analisi mi erano state prescritte perché avvertivo vaghi disturbi di stomaco (senso di pienezza, leggera nausea, e leggero dolore nella parte alta dello stomaco, quasi sotto lo sterno). Sto prendendo Antra e mi pare che vada un pó meglio ma come si spiega l'amilasi fuori norma?
P.s. Tempo fa, in seguiti a gastroscopia, mi fu riscontrata la presenza di ernia iatale
Ringrazio in anticipo