Utente 195XXX
Gentile Dottore,sono una donna di33anni.Nel settembre2009mal di gola,febbricola serale(da37.1a37.4),senso di tensione ai lati del collo.L'otorino esegue una laringoscopia:negativa,ma mi consiglia un'eco della tiroide,eseguita a dicembre e negativa.A gennaio 2010 continua la febbricola,e avverto continui fischi e ronzii alle orecchie e ho un episodio di vibrazione di entrambi i timpani durato circa sei ore.Mi ricovero.Esami del sangue nella norma tranne emoglobina un pò bassa;anemia leggera(sempre avuta);ves leggermente spostata;beta2microglobulina nella norma;neutrofili leggermente più alti;monotest negativo;toxo negativa;citrullina negativa;brucellosi negativa;cmv negativo(igg molto alte,purtroppo l'ho contratto in gravidanza dieci anni fa);antigene 60 dubbio;elispot e tbc negativi;adenovirus iggpresenti igmassenti;influenza a iggpresenti igmassenti;influenza bigg assenti igmassenti;Rx torace negativa;panoramica dentale negativa;test audiometrico nella norma;tac con mdc negativa,si evidenzia la presenza di alcuni linfonodi reattivi non superiori al centimetro laterocervicali e sotto mandibolari bilateralmente.Diagnosi dimissione per presenza di streptococco in tampone faringeo:augmentin e aulin per dieci giorni,ma l'otorino dice che lo strepto è un germe saprofita,non c'entra niente e mi consiglia la visita da un virologo,che mi dice che sono gli strascichi dei virus invernali e stress.Mi reco da un ematologo:mi rassicura anche lui.L'estate passa e a settembre ho ancora la febbre,la tensione ai linfonodi,i fischi alle orecchie e anche un doloretto al fianco sx.Eco addome completo:negativo.A gennaio noto anche del sangue nella saliva,non dai denti e non in seguito a colpi di tosse,ne sento il sapore in bocca,e bruciore alla gola.Anatomo patologo che mi prescrive una visita dall'otorino.Seconda laringoscopia:negativa.Analisi del sangue ritirate il 16/02/2011:L.A.C. ratio per il lupus 1.08(minore=1.3);Eu-tTG(antic. anti transglutaminasi tissutale)iga negativo,igg negativo;P.C.R. 0.50(minore di 0.8 negativa);ACA(anticardiolipina)igg negativo,igm negativo;globuli rossi 4.30(4.00-5.20);emoglobina 11.6(12.00-15.5);ematocrito 33.0(36.0-46.0);MCV 76.8(81.0-99.0);globuli bianchi 5.73(4.5-10.5);Linfociti 1.74(1.0-5.2);piastrine nella norma;VES dopo la I ora 27 (minore=15);Linfociti B CD19% 14.1(9.0-15.0),CD19# 0.16(0.08-0.79);CD5 20.3(senza val. di ri ferimento, ma senza asterisco);CD20 15.8(senza val. di riferimento, ma senza asterisco);LDH 305(210-434);c-ANCA assenti;p-ANCA assenti;antiHIV-1/2 assenti;intraderm. secondo Mantoux 0(minore di 5);VDRL negativa;Beta 2 microglobuline1.35(0.80-2.80);Bartonella henselae igg 1:128(assenti,maggiori di 1:65 minori di 1:256 zona grigia,maggiori di 1:256 infezione recente),igm assenti.Adesso avverto anche fastidi all'ascella sx e all'inguine dx e sopra le clavicole,lo stesso senso di tensione che ho al collo,ormai ben riconoscibile.Nuovi linfonodi,vero?Fra2giorni vedrò il patologo.Lei che ne pensa?La ringrazio tanto.

[#1]  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Ha mai fatto un'ecografia delle stazioni linfonodali superficiali? O la può fare subito tra domani e dopodomani?.
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!

[#2] dopo  
Utente 195XXX

Gentile Dottore, grazie per la risposta.Mi scusi se non le ho scritto prima. In serata,nello stesso giorno in cui le ho inviato la mia richiesta(28/02),la tensione sopra le clavicole è molto forte, e in serata compaiono dei “ponfi”, tipo edema, non pruriginosi ,né lividi né arrossati, semplicemente gonfi, praticamente su tutto il corpo, grossi e ben visibili. La mattina seguente il patologo esegue una nuova visita e un emocromo: perfetto. Il medico è però perplesso, non ha mai visto un caso simile. Spaventata mi reco a Milano presso l’Istituto Oncologico due giorni dopo, il 2/03, dove il medico che mi visita nel pomeriggio non esclude un linfoma, anche se i linfonodi ingrossati risultano essere sempre di piccole dimensioni e, al tatto, non preoccupanti. Ecografia il giorno successivo: negativa, non c’è bisogno dell’agoaspirato, i linfonodi non sono patologici, ma reattivi. L’oncologo mi consiglia di proseguire le indagini. Il giorno seguente fisso una visita con una Professoressa specialista in medicina interna, allergologia e immunologia clinica: l’esame obiettivo è negativo, è presente solo lieve tumefazione parotidea all’angolo mandibolare. Non riesce quindi a darmi una via da seguire per la febbricola, i linfonodi ingrossati, i “ponfi” sul corpo e i fastidi alle orecchie. In serata purtroppo avverto un nuovo sintomo: formicolio in tutto il corpo, anche sul viso e alla testa, e senso di “addormentamento” della pelle. Pronto soccorso: dopo tre ore e mezzo circa il medico esegue una visita neurologica di routine e mi liquida dicendomi che sto bene e che forse sono solo un po’ depressa…Mi prescrive anche una terapia per l’ansia… Evito di commentare...Ritornata a casa, il 7/03, vado da un neurologo, che mi rassicura su patologie neurologiche,non crede all'ansia, per fortuna, e mi consiglia di eseguire una RM cervello senza mdc e i test sierologici per l’EpsteinBarr virus e la Borrelia B. per la malattia di Lyme, che mi dice essere l’unico batterio che può causare questi sintomi, adesso anche neurologici. Inoltre con la comparsa di questi “ponfi” io e mio marito abbiamo ricordato un episodio a cui non avevamo dato importanza né spiegazione alcuna: agli inizi di luglio del 2009 (circa due mesi prima dell’inizio di tutto), una sera dopo essere stata sulla spiaggia, al mare, abbiamo notato la comparsa di un “gonfiore” sul dorso del piede dx con un piccolo puntino al centro, non arrossato, né dolorante, né livido, molto simile ai “ponfi” che ho adesso e che si è “asciugato” dopo molto tempo. Inoltre, dalla scorsa settimana, il dorso del piede è nuovamente gonfio, esattamente come allora e nello stesso punto.Due giorni fa ho ritirato il referto: Epstein Barr virus igm-vca minore di 10.0 (val. di riferimento 0-19 negativo; 20-39 dubbio; maggiore di 39 positivo); Epstein Barr virus igg-vca 78 (val. di riferimento maggiore di 19 positivo); Borrelia Burgdorferi anticorpi 1/8 (per i val. di riferimento dovrebbero essere "assenti"; metodo: fissaz. complem.). Mi sottoporrò tra breve alla rm encefalo. A questo punto le chiedo: il test è positivo? Mi può dare un suo parere, per favore? Indicazioni su altri test da eseguire per accertare la presenza del batterio? Indicazioni sulla terapia da seguire? Il gonfiore iniziale al piede del luglio 2009 è l’esordio di una malattia, o ne è la causa? Purtroppo non l’ho potuto riferire agli altri medici perché non lo ricordavamo.I “ponfi” sembrano essersi sgonfiati, tranne quelli sulle clavicole, specialmente a sx, e sul piede dx, ma ho paura che ricompaiano, specialmente nei giorni immediatamente precedenti il ciclo, in cui tutti i sintomi si ripresentano fortemente e regolarmente. Inoltre, specie di notte, continuo ad avvertire questi formicolii “vaganti”, soprattutto alla faccia, sia a dx che a sx e un senso di “calore” oppressivo alle gambe e alle braccia. I linfonodi sotto le orecchie sono particolarmente doloranti e fastidiosi, e causano delle fitte alle orecchie stesse e dietro la testa.Le orecchie continuano a ronzare e fischiare. Lei mi può aiutare,o può "passare" la mia richiesta ad un medico specializzato in malattia di Lyme o ad un virologo che ne sappia qualcosa o che mi possa indicare una via da seguire o altri esami da effettuare,che mi sappia dare una possibile diagnosi? In due settimane circa i sintomi sono aumentati,e sono stanca di sentirmi dire che non ne hanno idea, e ora anche un pò spaventata.Io sono di Lecce, c'è qualche medico in zona che posso contattare?Ho scritto una mail ad un medico di Trieste che ha effettuato degli studi su questa malattia e che ho letto in rete, ma ancora non mi ha risposto,e poi Trieste è così lontano...ho un figlio che non sta bene, e non posso lasciarlo.Mi creda, sono abituata anche a periodi peggiori,è solo che avevamo deciso di avere un altro figlio,dopo 10 anni dal primo,ma questa situazione non lo permette. Ho letto delle risposte interessanti sulla malattia di Lyme su questo sito, purtroppo entrambi i medici professionisti che le hanno gentilmente e dettagliatamente fornite (id.:46841-Duilio Siravo- e id.:20563) non sono più iscritti. Mi aiuta,per favore? La ringrazio. Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Il test è debolmente positivo. Dovrebbe ripeterlo per valutare se è raddoppiato o più il titolo.
Per rispondere ai suoi sintomi che da tempo accusa, toccherebbe confermare la positività del test.
Provi a rifarlo e mi faccia sapere. Saluti
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!