Utente 224XXX
salve sono un pz diabetico nid di anni 63 circa un anno fa ho avuto una gastrite erosiva emorragica al ricovero mi hanno effettuato una egds ed un rscs in piu terapie con prottettori gastici ed antibiotici alla dimissioe dopo 20 gg mi hanno rieffettuato di nuovo una egds il quale quadro era migliorato rispetto al precedente . HO assunto per circa 8 fare la gsrtrmesi lucen da 40 mg al mattino , DOPO circa tre mesi il quadro ematico era soddisfacente globuli rossi cinquemila emoglobina 13 .8 il resto nella norma .POI GRADUALMENTEquesti valori regredivano i globuli rossi 4300 emoglobina oscillava da 12 a 12.5 .MI sono recato dal ematologo il quale mi ha suggerito di rifare la gastroscopia prima di intraprendere un terapia farmacologica ho rifatto l egds chè ha evidenziato una gastropatia ad tratti iperemica il resto tutto ok -IL gastrenterologo mi ha sospeso gli ipp ed mi ha prescritto del sideral forte ferro per due mesi in piu riopan gel bustine per un mese-ho rifatto gli esami ematici dopo 2 settimane dalla assnzione del ferro il quadro è il seguente .SIDEREMIA 58 emocromo 4560 emoglobina 13 emarocrito 38 il resto nella norma- UN AMICO MADICO DI BASE mi avrebbe suggerito di assumere delle vit b1 b6 b12 e folati assieme al ferro .VOLEVO GENTILMENTE CHIEDERLE un parere in merito . da circa un anno sto mangiando 4 fette di fegato a settimana in piu altre carni lenticchie fagioli spinaci etc debbo purtroppo tenere sotto controllo anche il quadro lipidico ipertensivo farmacologicamente soddisfacente - PESO CIRCA 95 HG la ringrazio anticipatamente cordiali saluti grazie ho eseguito transaglutaminasi folati vit b12 ed anticorpi anti parietali gastrici il tutto negativo saluti

[#1] dopo  
Dr. Gian Luca Michelis

24% attività
0% attualità
0% socialità
SAVONA (SV)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2008
Gentile signore,
l'uso dell'acido folico può effettivamente migliorare l'assorbimento del ferro, ma è sempre necessario indagare i possibili siti di perdita ( del ferro). Il parametro da monitorare non è la sideremia ( che indica il ferro circolante ed è poco attendibile), ma la ferritina. Nel momento in cui lei presentasse effettivamente una ferritina bassa, malgrado le integrazioni ( o qualora i valori di ferritina ritornassero bassi in poco tempo dopo la terapia con ferro), andrà ricercata la causa. Ma nei casi di anemia sideropenica la causa è di solito gastroenterologica, cioè le perdite di sangue/ferro avvengono nella maggior parte dei casi dal tratto digerente. Sarebbe dunque opportuno che la valutasse lo specialista gastroenterologo.
Solo nel caso in cui non fosse un'anemia da perdita, cioè un'anemia associata a valori normali di ferritina e di vitamine emoattive ( acido folico e vitamina B12), sarebbero opportuni accertamenti ematologici. Ma dalla sua storia clinica tutto farebbe pensare a un problema gastroenterologico.
Cordiali saluti.
Dr. Gian Luca Michelis