Utente cancellato
Gentili Professori,
recentemente un atroce dubbio mi assale.
Circa due anni fa ho baciato un ragazzo di cui non conosco il quadro clinico.
Ho una lesione ad una gengiva poichè quattro anni fa ho estratto in parte un molare, non ho però potuto concludere il trattamento dal dentista e dunque questo molare è presente a metà, cioè ne ho una parte e l'altre no, dunque talvolta mi sanguina. Sangiuna nel senso che sputando, la saliva appare sporca di sangue.
Ultimamente, ripensandoci, ho avuto timore che ciò avesse potuto comportare un contagio da aids.
Ho letto che occorre una "copiosa quantità di sangue", spesso si fa l'esempio di una emorragia dovuta a dente appena estratto perchè sia possibile.
Onestamente non so visualizzare la quantità di sangue presente qaando ci si è appena estratti un dente.
So che la mia gengiva a volte sanguina. Se ci passo lo spazzolino, se succhio la gengiva. Sputando, fuoriesce saliva mista a sangue per le prime due tre emissioni.
Baciare una persona in presenza di tale situazione, rappresenta un rischio per il contagio aids?
Non ricordo onestamente se sia stato un bacio profondo, ipotizziamo che lo sia stato, rischio?
Devo fare il test?
Dopo l'episodio ho continuato la mia vita con il mio ragazzo, posso aver messo a rischio lui per quella mia imprudenza?

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non vedo comportamenti a rischio e per la trasmissione occorre una quantità di sangue sicuramente superiore a quella di piccoli sanguinamenti gengivali; occorrono ferite sanguinanti
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
244509

dal 2017
La ringrazio infinitamente per questa rassicurazione,
il dubbio mi stava davvero logorando.

Ho compreso la Sua spiegazione,ma Le chiedo un' ulteriore delucidazione.
Il mio timore rigurdava la possibilità che il virus si fosse trasmesso dall'altra persona a me, attraverso questa mia leione. Non per egoismo ma perchè so che io, al momento del bacio, non potevo essere malata e dunque non posso aver trasmesso nulla all'altra persona.
Dunque, se ho ben compreso, quel bacio non può aver infettato me, qualora l'altra persona avesse a sua volta avuto una lesione non visibile. Le chiedo conferma.

La ringrazio ancora per la professionalità e precisone dei suoi interventi.
Ha il grande merito di cambiare il corso delle giornate degli utenti, quando è il caso rassicurandoli e quando non lo è informandoli sul da farsi e rendendoli consapevoli.

.Grazie!