Utente 448XXX
Gentili Dottori, mio figlio 42 anni a seguito di un esame del sangue
(Elettroforesi Sieroproteica ) (tale esame negli anni precedenti non era mai stata prescritta).
si evidenziava al Commento: Sospetta Componente Monoclonale in zona Gamma. Si consiglia di effettuare Immunofissazione”
I valori della componente % “Gamma” sono = 20,3 (11,0- 21,0) e g/dl 1,6 (0,8- 1,3) .
La Citofluorimetria ; e la Tipizzazione Linfocitaria eseguitti all'’ospedale Sant’Andrea. Risultati :
T-Linfociti % L 48 % 67,00-76.00
T-Linfociti (CD3+) conta assoluta 1185,00 Cells/uL 1100,00- 1700,00
T CD3+CD8+/CD45+ % L 14 % 31,00-40.00
T CD3+CD8+CD45+ conta assoluta L 345,00 Cells/uL 500,00- 900,00
T CD3+CD4+/CD45+ % L 33% 38,00-46.00
T CD3+CD4+CD45+ conta assoluta L 394,00 Cells/uL700,00- 1100,00
Linfociti (CD45+) conta assoluta 2466,00
Cellule NK ( CD3-CD16+CD56+/CD45+ % H 45 %10,00-19.00
Cellule NK ( CD3-CD16+CD56+) c. assoluta H 1149,00 Cells/uL 200,00-400.00
B-Linfociti % (CD19+/CD45+) L 6,00 % 11,00-16.00
T-Linfociti % (CD19+) c. assoluta L 146,00 Cells/uL 200,00-400.00
Rapporto TCD4+/TCD8 H 2,30 1,00-1,90
Commento: Riduzione della popolazione T8 con conseguente aumento del rapporto T4/T8 . Lieve riduzione della popolazione B e marcato incremento della popolazione NK circolante.
Si consiglia monitorag e approfondimento dello studio immunofenotipico per la popolazione NK.

Nella Immunofissazione Sierica.
Commento: presenza di piccola componente monoclonale di tipo lgG kappa.
-------
Gli altri esami eseguiti, richiesti dall'ematologo:
Proteine Totali; 7.7 g/dl (6.2- 8.
B2 Microglobuline; 1.58 mg/l (0.8- 2.2)
Catene Lambda sieriche 3.46 g/l (1.7- 3.7)
Catene K sieriche “ 1.77 g/l (1.1- 2.4
Rapporto Kappa/ lambda 1.95 (1.35- 2.65)
Calcio; 9.1 mg/dl (8.6-10.5)
Urinemie. 5.5 mg/dl (3,6-7.7)

Nelle Urine : Proteinuria urine 24 ore < 0,15 Proteinuria di Bence Jones ASSENTE NEGATIVA
catene kappa Urine g/l ASSENTI
Catene lambda Urine g/l ASSENTI

Esami tutti negativi.

La dott.ssa del Sant’Andrea avrebbe voluto far eseguire una biopsia al midollo spinale, una radiografia x osteolisi, e la ecografia addominale verif organi interni . Con tutta onestà devo dire, che con questo modo di procedere non ho ricevuto una buona impressione. Noi Crediamo per ora non necessari .
Chiedo un consulto: secondo il vostro parere è necessario fare, gli esami ulteriori richiesti, oppure possiamo supporre che ci si trova in presenza di MGUS e ripetere gli esami tra 4 mesi. Ora stiamo cercando un bravo ematologo a cui affidarci per il futuro. (Da segnalare: a 15 anni una Mononucleosi ben curata.) negli ultimi 2anni assunzione di farmaci antidepressivi (Efexor 75 , tavor 1 ). Vi ringrazio molto per vs cortese risposta.

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Potrebbe trattarsi effettivamente di monoclonalità benigna che necessita di controllo periodico ma che , se rimane stabile, non pone problemi; sicuramente un approfondimento dello studio immunofenotipico, come consigliato, lo farei; trattandosi di consulto a distanza non entro nel merito del parere di altri colleghi che hanno avuto modo di visitare direttamente il suo figliolo
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 448XXX

Gentile Dr Baraldi, l’ematologa, solo in un primo momento avrebbe voluto far eseguire una biopsia al midollo spinale, una radiografia per vedere le condizioni del tessuto osseo per una possibile osteolisi e infine la ecografia addominale per vedere lo stato degli organi interni.Tutto questo, prima di vedere l’esito degli esami che lei stessa stava prescrivendo.
Ma ad una mia debole reazione di contrasto, ha subito rimandato questi tre accertamenti al dopo verifica degli esami. (Con mio figlio ci eravamo precedentemente documentati).
Con tutta onestà devo dire, che non ho ricevuto una buona impressione in questo modo di procedere. La dottoressa, (Ematologo in sostituzione del titolare) intendeva farci fare subito la biopsia al midollo, secondo noi, decisamente non opportuna in assenza di ulteriori approfondimenti. Ci è sembrato più una osservanza del manuale del giovane ematologo che si affretta a far eseguire esami di laboratorio previsti in tali casi; senza approfondire ne’ le informazioni fornite dalla IMMUNOFISSAZIONE SIERICA, ne’ le altre che lei stessa stava prescrivendo, il rapporto lambda /K la Bence Jones , la Proteinuria sierica, quella delle urine, ecc. ecc. che una volta risultate negative (come si può vedere dagli esiti che le ho inserito sopra) dovrebbero escludere in massima parte una progressione in corso verso un Mieloma Multiplo e dare una buona certezza che si è in presenza di una (MGUS) che va seguita molto seriamente nel tempo facendo esami del sangue almeno ogni 6 mesi per il primo anno e per almeno una volta all’anno nei successivi.
La nostra fiducia viene decisamente meno e si ha sempre più spesso, la sensazione che in queste megastrutture ospedaliere, si prescrivono analisi ed esami che non servirebbero sempre.

Nel frattempo essendo frequentatori del sito di Medici Italia, e visti i numerosi consulti online riguardanti queste sospette Gammopatie Monoclonali ci siamo documentati circa le possibili
patologie di cui questa alterazione può esserne il sintomo. In particolare ci ha colpito la similitudine di una diagnosi riguardante un uomo di 34 anni descritta dalla fidanzata neolaureanda
in medicina che ha richiesto un consulto fornendo tutti i dati (a cui proprio lei Dr Baraldi a fornito risposte) e le indicazioni conclusive del proprio ematologo, che è arrivato alla conclusione che si era
in presenza di una (MGUS) senza necessariamente prescrivere la Biopsia del midollo (esame abbastanza invasivo) che ci sembra possa essere evitata, se non necessaria.
Comprendo la sua correttezza, e giustifico pienamente la non intromissione nei pareri di altri, colleghi. Non le chiedo di esprimere parere diverso, ma solo sulla base della verifica dei successivi
esami (rapporto lambda /K la Bence Jones , la Proteinuria sierica, quella delle urine, ecc. ecc. che
risultano negative , si può per il momento sospendere la biopsia del midollo?
La ringrazio molto.
Aggiungo: secondo lei la "mononucleosi" avuta a 15 anni ha potuto in qualche modo creare e lasciare questa condizione di "Gammopatia monoclonale IgG kappa.

[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A carattere generale e con tutte le limitazioni di un parere a distanza posso dire che se tutti i parametri principali sono negativi si può ragionevolmente pensare a forma MGUS che necessita di controlli periodici e quindi valutare soltanto nel tempo se si mantiene stabile .
Riguardo le infezioni e la loro relazione con possibile comparsa di monoclonalità questo è possibile ma non c'è una certezza in tal senso. Si parla di uno stimolo alla produzione anticiorpale da parte dell'infezione . C'è da dire, comunque, che la mononucleosi è malattia frequentissima e non si può fare un'associazione diretta
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 448XXX

Grazie Dr. Baraldi.
Gli esami che hanno rilevato la Gammopatia risalgono ai primi di marzo di quest'anno. la Bence Jones e gli altri esami sono del 20 aprile. Intendiamo ripetere tra max 4 mesi - primi di settembre- i seguenti esami:

- Elettroforesi Sieroproteica;
-La Citofluorimetria ; e la Tipizzazione Linfocitaria;
-Immunofissazione Sierica.;

E dopo, nel caso venga ancora rilevato il lieve picco monoclonale e la presenza delle NK con la diminuzione della popolazione dei b-linfociti, fare subito le altre analisi:

-Proteine Totali;
-B2 Microglobuline;
-Catene Lambda sieriche
-Catene K sieriche
-Rapporto Kappa/ lambda
-Urinemie.

-Nelle Urine : Proteinuria urine 24 ore Proteinuria di Bence Jones
-catene kappa Urine
-Catene lambda Urine

Che ne dice dottore?
La ringrazio moltissimo e la saluto.



[#5] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
E' un percorso corretto che condivido, stia tranquilla
Un saluto

A. Baraldi

[#6] dopo  
Utente 448XXX

Gentile dottor Baraldi, proprio ogg 13 agosto ho ritirato le analisi del sangue di mio figlio.
Abbiamo ripetuto quanto era già stato fatto in data 01/03/2012:

T-Linfociti % L 51 erano (48) % 67,00-76.00
T-Linfociti (CD3+) conta assoluta 978 erano(1185,00) Cells/uL 1100,00- 1700,00
T CD3+CD8+/CD45+ % L 15 erano L 14 % 31,00-40.00
T CD3+CD8+CD45+ conta assoluta L 286 erano ( L 345,00 ) Cells/uL 500,00- 900,00
T CD3+CD4+/CD45+ % L 36 erano( L 33%) 38,00-46.00
T CD3+CD4+CD45+ conta assoluta L 688 erano (L 394,00) Cells/uL700,00- 1100,00
Linfociti (CD45+) conta assoluta 1916 erano (2466,00 )
Cellule NK ( CD3-CD16+CD56+/CD45+ % H 42% erano (H 45 %) 10,00-19.00
Cellule NK ( CD3-CD16+CD56+) c. assoluta H 804 erano ( H 1149,00) Cells/uL 200,00-400.00
B-Linfociti % (CD19+/CD45+) L 8% erano (L 6,00 %) 11,00-16.00
B-Linfociti % (CD19+) c. assoluta L 146 erano (L 146,00) Cells/uL 200,00-400.00
Rapporto TCD4+/TCD8 H 240 erano (H 2,30) 1,00-1,90
Commento: Riduzione della popolazione T8 con conseguente aumento del rapporto T4/T8 .
Si segnala inoltre l’aumento della popolazione NK anche se comparando con la sottopopolazioni precedenti, risulta in decremento

Nella Immunofissazione Sierica.
Commento: piccola componente monoclonale di tipo lgG kappa.
-------
Gli altri esami eseguiti, già in precedenza
Proteine Totali; 8 erano (7.7) g/dl (6.2- 8.
B2 Microglobuline; 1,42 era (1.58) mg/l (0.8- 2.2)

Catene leggera Lambda sieriche 195,00 890-210
Catene leggera K sieriche 362 (170-370
Rapporto Kappa/ lambda 1,85 era ( 1.95) (1.35- 2.65)
Calcio; 9,2 erano 9.1 mg/dl (8.6-10.5)
Catena leggera K urine < 7,10 mg/L ( 0- <7,10)
Catena leggera Lambda urine < 3,90 mg/L ( 0- <3,90)

Esami di controllo nella ricerca di eventuali plasmacellule tutti negativi.

Sostanzialmente non c'è molta differenza trale vecchie e le nuove analisi. Sembra in leggero miglioramento la presenza dei B-linfociti che passa dal 6% all’8%

L’ unica novità è che abbiamo fatto anche i test per verificare se c’è stata una “RIATTIVAZIONE”
Del virus di EPSTEIN BARR . Come le avevo accennato all’età di 16 anni mio figlio ha avuto la mononucleosi. A suo tempo è stata curata, poi però in tutti questi anni non abbiamo più fatto nessun controllo. Ora risultano positivi, con valori (mi sembra) molto alti, dei seguenti test:

VIRUS CITOMEGALOVIRUS IgG EIA 155,00 U/ml (positivo) > 12 U/ml
VIRUS EPSTEUN BARR EA IgG 107,00 (positivo ) > 40 U/ml
VIRUS EPSTEUN BARR EBNA IgG 471,00 (positivo ) > 20 U/ml
VIRUS EPSTEUN BARR VCA IgG 750,00 (positivo ) > 20 U/ml

VIRUS EPSTEUN BARR VCA IgM 10,00 (Negativo ) < 20 U/ml
VIRUS HERPES SIMPLEX 1 IgG 3,40 S/CO 0,00 – 1,00
VIRUS HERPES SIMPLEX 2 IgG 0,30 S/CO 0,00 – 1,00
Stiamo sempre cercando la causa della lieve gammopatia . Secondo lei Dottor Baraldi, la riattivazione del virus della mononucleosi può determinare la componente monoclonale IgG di tipo K che stiamo trovando? E come si deve curare la riattivazione del virus della mononucleosi?
La ringrazio molto per una sua risposta e la saluto.

[#7] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non vedo riattivazione del virus EBV perchè le Ig M sono negative; c'è soltanto presenza di Ig G come in tutti i soggetti che hanno avuto la mononucleosi e rapprreesentano la memoria immunitaria. Io continuerei a seguire i consigli giusti di chi segue suo figlio
Un saluto

A. Baraldi