Utente 250XXX
Gentile Dottore, faccio questa richiesta per mio padre. Anni 73. A febbraio viene diagnosticato dopo biopsia della prostata un adenocarcinoma con grado di Gleason 3+3 = 6. (su 12 prelievi solo due risultati positivi). Ad Aprile viene sottoposto ad intervento chirurgico con prostatectomia radicale robotica e siamo ancora in attesa dell'esame istologico completo. Dagli esami che dovrà presentare tra qualche giorno per la visita di controllo è emerso che in generale è in ripresa dopo l'intervento chirurgico. Dall'elettroforesi mentre è emerso: banda monoclonale in zona gamma... Tengo a precisare che anche in un'altra occasione prima dell'intervento da un'analisi del sangue di routine emergeva questo dato... La mia domanda è questa.... potrebbe essere una spia di progresso del tumore diagnosticato? Saluti

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Nò, una spia di pregresso del tumore direi di nò. Esistono monoclonalità che ricorrono con una certa frequenza nell'anziano e che vanno sotto il nome MGUS che necessitano soltanto di controllo periodico; comunque , per sicurezza ed in accordo con il suo medico potrebbe fare un'immunodiffusione, calcemia, VES, beta 2 microglubulina , per una migliore definizione del quadro
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 250XXX

grazie mille!