Utente 298XXX
Salve,
vi contatto in quanto sono un po' preoccupata dall'esito delle analisi del sangue di alcuni valori riguardanti il fegato:
Risultato valore adulti

Glicemia: 87 70-105
Azotemia 22 16-46
Creatininemia 0.63 0.57-1.11
Colesterolemia 188 160-200
Trigliceridemia 89 40-160
Transaminasi-got ast 15 10-34
Transaminasi gpt-alt 22 10-44
gamma gt 32 9-36
Bilirubina tot * 1.7 0.2-1.2
Bilirubina dir 0.5 0.0 -0.5
proteine totali 8.1 6.0-8.3

esame urine regolari tranne emoglobina 0.03 0.0-0.0

emocromo completo con formula tutto regolare tranne PCT * 0.42 0.17-0.35
quandro proteico capillaris

ALBUMINA 54.6 55.8-66.1
ALFA1 4.1 2.9-4.9
ALFA2 9.4 7.1-11.8
BETA 1 6.1 4.7-7.2
BETA 2 6.5 3.2-6.5
GAMMA * 19.3 11.1-18.8
RAPPORTO A/G 1.2 1.10-2.40

Quello che mi preoccupa che ogni volta che faccio le analisi il valore della bilirubina totale risulta sempre alterato.
Valori come albumina bassa e gamma alterato mica sono sintomi di calcoli alla colecisti, o Qualche altro problema?
Vi ringrazio anticipatamente.


[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Si tranquillizzi, non appaiono valori allarmanti.
La bilirubina lievemente elevata può essere legata alla Sindrome di Gilbert (detta ittero benigno), che non deve preoccuparla.
Ne parli con il suo medico.

Cordialmente

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 298XXX

La ringrazio, quindi non ho bisogno di fare un eco addome superiore?

Il valore lievemente elevato della bilirubina lo ha anche mia sorella e mio zio, e gli è stato detto che hanno la Sindrome di Gilbert.

Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
... come vede ... può rasserenarsi.

I valori rappresentati non sono sufficienti porre un sospetto, quale chesia, da verificare ecograficamente.

Cordiali saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it