Utente 331XXX
a seguito esami per utilizzo di contraccezione orale, sono emersi i seguenti valori anomali: tempo di tromboplastina parziale aPTT Ratio 1.22 (0.80-120) e attività fattore XII 58 (60-140) - ripetuti varie volte durante le mie due gravidanze e sempre confermati in questo modo. Ho consultato due ginecologi per sapere se potessi utilizzare contraccettivi ormonali (pillola, anello, dispositivo sottocutaneo ecc) mi sono stati dati 2 pareri completamente opposti: il primo assolutamente no, avrei aperto la porta ad una trombosi, al massimo l'uso di pillole moooolto leggere (il ciclo mi è durato ben 20 giorni) il secondo discordava completamente sostenendo che gli estrogeni erano anzi ottimali per chi aveva il sangue così fluido. Adesso non so a chi dare ragione. Cosa ne pensa ?

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Sono valori ai limiti di norma che non dovrebbero porre problemi. Detto questo , riguardo la terapia con pillola, deve necessariamente decidere il suo ginecologo che la conosce direttamente
Un saluto

A. Baraldi