Utente 260XXX
Buongiorno. Fin da piccola soffro di anemia microcitica sideropenica. Ho spesso assunto il Ferrograd. Dopo le gravidanze e i parti mi somministravano anche le flebo.
Ho 50 anni. Ernia iatale da scivolamento. L'anno scorso dopo una serie di esami di controllo e con il valore dell'emoglobina a 7, l'ematologo mi ha prescritto 10 endovene di ferro. La situazione non è migliorata di molto: emoglobina a 8,2.
Ho poi proseguito ad assumere il Ferrograd per bocca.
Qualche giorno addietro nuovi esami del sangue. I risultati tutti positivi: emoglobina a 14 e persino il volume dei globuli rossi era giusto. Ho, però, notato che l'ambulatorio aveva sbagliato il mio secondo nome e anche l'orario dell'esame era errato. Sono così tornata al laboratorio mi hanno detto che mi avrebbero ristampato gli esiti correggendo il nome.
Ora il mio dubbio è: sarà sbagliato solo il nome o è successa qualche confusione anche con gli esiti? È possibile che per la prima volta nella mia vita io abbia tutti i risultati giusti? Può l'anemia essere andata completamente a posto? Oppure devo ripetere gli esami?
Grazie per la risposta.

[#1] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Beh la logica vuole che ripeta gli esami visto l'errore nel nome e nell'ora. Il tutto può essere possibile visto che lei sta facendo terapia con ferro per OS. Ma la risposta sull'immediato può darsela da sola: con 8 di emoglobina ha voglia del divano o del letto, con 14 ha voglia di fare una stracittadina !!! O no?
La saluto
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!