Utente 351XXX
Buonasera dottore,
le scrivo perché da un paio di mesi mi escono profondi e talvolta dolorosi lividi alle gambe senza aver urtato o fatto strane attività. All'inizio i lividi erano piccoli e superficiali ma col passare del tempo questi si fanno più profondi e grandi e permangono anche per più di tre settimane. Inoltre ho notato che da piccoli tagli sanguino per molto tempo, anche un quarto d'ora, nonostante le microscopiche dimensione dei tagli (ad esempio quelli dovuti alla rasatura con la lametta). Preoccupata mi sono recata dal mio medico di base che mi ha prescritto degli esami con emocromo più i tempi di coagulazione (anche PTT e proteina C reattiva se non ricordo male). Gli esiti erano a posto, tempi e valori assolutamente nella norma tranne i globuli bianchi che erano a 3.99 (ma mi ha spiegato che era un valore accettabile) e i linfociti alti (che sono sempre presenti ormai da tre anni a questa parte).
Aggiungo che ho la talassemia da sempre, ma mi è stata diagnosticata nel 2011 (l'emoglobina in quel periodo era a 7, globuli rossi molto piccoli e con contenuto cellulare molto basso), ma il mio ematologo mi ha detto che ho la forma che presenta meno problemi (infatti i valori tornano normali se assumo ferro quotidianamente) e mi ha detto di fare esami periodici ogni tre mesi per controllare i globuli rossi e l'emoglobina. Mi è stata diagnosticata così tardi perché, nonostante i valori di emoglobina fossero sempre stati molto bassi (tra 7 e 10) ho avuto molti problemi di salute da bambina tra cui il più importante la TBC che mi ha causato calcificazione parziale dei polmoni e della milza, con conseguente ingrossamento di un linfonodo sinistro sotto il collo e della milza stessa. I valori sballati sono sempre stati attribuiti a questi motivi.
Tornando ai lividi, il mio medico di base, sapendo della talassemia e visto i risultati buoni degli esami, ha deciso semplicemente di cambiarmi il ferro (prendevo il ferro-grad) con il FERRITIN DTI (10ml ogni due giorni) ma non mi ha saputo giustificare la causa dei lividi e dei sanguinamenti. Stasera dopo l'ennesima scoperta di un livido nella coscia e l'ennesimo sanguinamento chiedo a lei un consulto nella speranza che almeno lei capisca quale potrebbe essere la causa.
La ringrazio in anticipo del tempo dedicato.

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
L'unica cosa che potre fare è quelche analisi un po' più approfondita della coagulazione, con ricerca dei fattori coagulativi ; ne parli con il suo medico
Un saluto

A. Baraldi