Utente 361XXX
Buongiorno,
sono una ragazza di 23 anni, normopeso, non fumatrice,
scrivo perché in seguito ad esami ematici di controllo, mi è stato
riscontrato ferritina 6 e ferro 35 con emoglobina 13,1 ( valore stabile da anni)
Volevo chiedere a cosa potrebbe essere dovuto questo valore di ferritina e ferro bassi? In caso di emorragia, anche di lieve entità non bisogna avere livelli di emoglobina più bassi?
Ringrazio anticipatamente per l'attenzione e in attesa di un gentile riscontro porgo i miei più cordiali saluti!

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
la ferritina costituisce il ferro di deposito, da cui l'organismo attinge per la sintesi della emoglobina.
In condizioni normali, il ferro utilizzato viene rimpiazzato da quello introdotto con la dieta e da quello recuperato dalla fisiologica emocateresi, cioè distruzione dei globuli rossi nella milza.
La presenza di un valore normale di Emoglobina non comincia a ridursi se non quando le riserve di ferro siano completamente depauperate. Ergo, una Emoglobina normale non escude una perdita di ferro occulta dall'apparato GI, o da meno - metrorragie.

Ella ha una ferritina molto bassa: può essere legato alla dieta, carente in alimenti privi di ferro prontamente assimilabile (carne, pesce, legumi...) ad una dieta volontariamente ristretta a fini di perdita di peso, a cicli mestruali abbondanti.

Valuti queste opzioni con il suo curante e nel caso non vi siano riscontri, un esame del sangue occulto fecale su tre campioni potrebbe essere un primo passo per sondare uno stillicidio ematico dall'apparato GI.

Se vuole non esiti a chiedere.
Cordialità.