Utente 373XXX
Salve, nel mese di ottobre 2014 ho scoperto di avere la ferritina molto bassa (valore 2,8), da allora sto prendendo ogni giorno integratori di ferro consigliati dal mio medico curante ma nei mesi successivi ho avuto sempre valori di ferritina intorno a 13 e ad oggi le ultime analisi rivelano stempre un valore basso, circa 14. Ho cambiato anche diversi tipi di integratori: compresse di ferro ferrico, ferro ferroso e anche sciroppo contenente ferro ferrico ma senza notevoli miglioramenti.
Vorrei sapere a quali conseguenze può portare un valore di ferro basso per tanto tempo? Inoltre, è normale che nonostante l'integratore ho sempre i livelli bassi di ferritina?
Vi ringrazio anticipatamente della risposta.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
il miglior integratore per os di ferro, quando tollerato, è il solfato ferroso.
Non mi dice nulla del suo emocromo: se è anche anemica, per esempio.

Il ferro che lei cerca di reintegrare con i farmaci, deve essere reintegrato anche con una dieta ricca di ferro prontamente assimilabile (carne, pesce, legumi) ed inoltre va escluso che ella perda questo prezioso elemento a causa di flussi abbondanti, di metrorragie da fibromi uterini, o da stillicidio occulto dall'apparato GI, accertabile con la ricerca di sangue occulto fecale su tre campioni.

In genere bassi livelli di ferro comportano astenia generalizzata, talvolta perdita di capelli e anemia: ma su questa ci si può esprimere solo con la lettura dell'emocromo completo.

Cordiali saluti.