Utente 342XXX
Buongiorno, ho appena compiuto 44 anni e dal 2010 presento ipoferritinemia (e iposideremia) senza che sia stata ancora individuata la causa.
Ho fatto EGDS il 22/10/15 che parla di gastrite antrale cronica iperemica e infiammazione cronica lieve del duodemo.
Colonscopia il 7/4/16 che ha individuato emorroidi congestionate e 2 ragadi.
Ho una tendenza alla stitichezza che si era di molto accentuata con l'assunzione ciclica regolare di integratori di ferro da dicembre 2011: 2 mesi di assunzione continuativa e poi analisi di controllo il 3 mese, periodo che negli ultimi 2 anni ho dovuto allungare per far risalire la ferritina, passando da 2 mesi continuativi a 5 e più e poi analisi di controllo.
Ora ho sospeso qualsiasi integratore di ferro dal 2015 cercando di capire la situazione e se esistevano intolleranze alimentari. Esclusa celiachia e allergie alimentari. Migliorata la stitichezza, si sono invece accentuate difficoltà digestive con episodi di nausea e vomito negli ultimi tempi.

Riporto le ultime analisi di dicembre 2016 prescritte dal gastroenterologo:
Sideremia 34 mcg/dl
* ferritina 6 ng/ml
* HGB Emoglobina 11.2 g/dl
RBC 3,89. x10^6/ul
*HCT Ematocrito 34.2 %
MCV 88,1 fl
MCH 28,9 pg
MCHC 32,8 g/dl
RDW-CV 13,9 %
GASTRINA 17 17,0 pg/ml <108,0
Vitamina B12 291 pgr/ml
Acido folico 10,3 ng/ml
PCR 0,03 mg/dl
Xilosemia basale <3,0 mg/dl
xilosemia 60' 44,7 mg/dl
xilosemia dopo 2 ore 52,0 mg/dl [Assorbimento intestinale normale]
L'esito del gastroenterologo basato su queste analisi è NEGATIVO per la parte GASTRO-INTESTINALE per cui la causa della carenza di ferro dovrebbe essere, per il gastroenterologo, una causa ginecologica.

Il ginecologo (che mi ha già operato 2 volte per polipi all'utero 2008 e 2013) però lo esclude dopo un controllo il 12/2/17, in quanto non ci sono perdite abbondanti sotto, c'è un mioma (anzi due dall'ultima visita). Dice che senza perdite importanti non si può parlare di causa ginecologica per la carenza di ferro e che a conferma di questo si può fare un'isteroscopia diagnostica e a conferma ulteriore sospendere il ciclo per tre mesi.

Sono arrivata fin qui, trascrivo anche le ultime analisi del 24 febbraio 17 dove la ferritina è dimezzata ma lemoglobina è risalita e mi domando cosa vuol dire:
HGB EMOGLOBINA 12.5 g/dl
Ematocrito 37.7 %
MCV 85.7 fl
MCH 28.4 pg
MCHC 33.2 g/dl
*FERRO 54 mg/dl
TRANSFERRINA 309 mg/dl
*SATURAZIONE TRANSFERRINA 12 %
*FERRITINA 3 ng/ ml
Sono preoccupata: si tratta di anemia sideropenica, la tendenza è verso l'anemia?
Di che tipo di anemia si tratta? Da perdita? Dove mi consigliate di indagare a questo punto? O dovrei consultare un ematologo? Mi sembra da quello che ho letto in internet che i valori indicano un anemia normocitica e normocromica? Cosa vogliono dire?
Ringrazio fin da ora per la vostra attenzione

[#1] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
E' verosimile che si tratta di anemia sideropenia a cui si associa una lieve carenza di B12 (valore tendenzialmente sul basso). Credo che sia opportuno indagare la sfera ginecologica, in particolare il ciclo per ritmo-quantità-durata.
Eventuale ripetere di nuovo la gastroscopia in relazione ai sintomi che ora riferisce ed in relazione al quadro endoscopico precedente. Utile dosare: reticolociti, aptoglobina sierica. Utile parlarne con ematologo.
La saluto
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!

[#2] dopo  
Utente 342XXX

Grazie dott. Cimminiello per la sua gentilissima risposta e per le indicazioni per tutti i punti che ha con precisione individuato

Ho finora controllato a ripetizione ferritina, emocromo, invece
VitB12 e acido folico non li avevo controllati prima di dicembre e ora ci farò sicuramente attenzione.

Per quanto riguarda la situazione ginecologica, l'unica cosa che penso di fare è proprio quella che ha detto, ma confermo che il ciclo arriva dopo più di 28 giorni (ha saltato ad esempio novembre - da sempre comunque è irregolare) ed è scarso e dura poco (2 /3 giorni).

Avrei già voluto chiedere di ripetere l'EGDS! Perché dottore ho notato solo ora e non sono certa che la cosa sia stata notata in visita, l'EGDS del 22/10/15 parla di mucosa iperemica in antro e corpo mentre il referto istologico dell'EGDS del 5/11/15 parla di gastrite cronica antrale . E non so se può trattarsi di un errore...
Ho cominciato ad avere difficoltà digestive con nausea e vomito anche violento (a getto) in almeno un'occasione solo dal 2015 sempre durante la terapia marziale.
Poi a febbraio 2016 (mi scuso perché nella prima richiesta di consulto ho scritto 2015) ho interrotto la terapia marziale e sono stata meglio superando una stitichezza pesante ma nausea e vomito ogni tanto si presentano ancora e non ne capisco la causa e mi preoccupo.

Dottore quando dice 'Utile dosare: reticolociti, aptoglobina sierica. Utile parlarne con ematologo. ' il medico da cui andare per parlare di questi dosaggi è appunto l'ematologo?
L'anemia sideropenica è da carenza di ferro ma potrebbe essere anche di altro tipo?
Grazie per la sua disponibilità e attenzione

[#3] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Visto che ha sospeso la terapia con ferro, perchè non ripete emocromo, sideremia e ferritina (oltre gli esami che le ho già chiesto) per fare il punto della situazione lontano da trattamento?
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!

[#4] dopo  
Utente 342XXX

Grazie mille dottore per la sua gentilissima risposta. <br />&lt;br /&gt;<br />
<br />&lt;br /&gt;<br />
A breve controllerò, così come dice lei, il ferro, emocromo e ferritina nelle prossime analisi. <br />&lt;br /&gt;<br />
<br />&lt;br /&gt;<br />
Nel frattempo, sono stata da un ematologo molto scrupoloso e attento anche lui, ma la verità è che non è stata individuata una causa della ipoferritinemia.<br />&lt;br /&gt;<br />
<br />&lt;br /&gt;<br />
Mi ha detto in sostanza di aspettare di vedere l'evoluzione clinica, se nelle prossime analisi si abbasserà, oltre alla ferritina costantemente sotto la soglia minima, anche l'emoglobina (finora è successo solo pochissime volte, solo due volte è scesa sotto 12, a 11.3 il valore meno alto a fine 2016), allora il suggerimento è: terapia marziale parenterale per evitare disturbi gastrointestinali e reintegrazione dei depositi di ferro e successivo controllo dei tempi in cui si verifica un abbassamento dei valori, se molto rapido, allora ripetere controlli gastroenterologici con nuove EGDS e colonscopia (del 2015). <br /> &lt;br /&gt;<br />
Finché l'emoglobina si presenta nella norma, dice di aspettare per altri esami come quello per i reticolociti da me richiesto. Dice poi che sarebbe utile intraprendere la terapia con gastroprotettore (prescrittami per occasionali problemi digestivi) ''per migliorare la gastrite [ho una gastrite cronica iperemica antrale] che potrebbe essere causa di microsanguinamenti''. <br />&lt;br /&gt;<br />
Riguardo la possibilità di saltuari microsanguinamenti intestinali, Il gastroenterologo dice che sarebbero possibili sanguinamenti del tenue ma sono rari, eccetto nell'anziano, eventuale videocapsula (mai fatta) solo se il test sangue occulto fecale fosse tutto positivo (tutti e 3 i campioni).<br />&lt;br /&gt;<br />
Il medico di base è dubbioso riguardo l'uso di un gastroprotettore in tutti i casi in questo momento.<br />&lt;br /&gt;<br />
<br />&lt;br /&gt;<br />
Posso chiederle cosa ne pensa dell'uso del gastroprotettore?<br />&lt;br /&gt;<br />
<br />&lt;br /&gt; L'uso di un gastroprotettore può migliorare la gastrite in che senso? Non ho capito, l'uso di un gastroprotettore può forse 'cicatrizzare' o far regredire fino a farla scomparire la gastrite cronica? E per quanto tempo sarebbe necessario prenderlo? &lt;br /&gt;<br />
&lt;br /&gt;<br />
Aspettare per vedere se scende anche l'emoglobina è l'unica strada? <br />&lt;br /&gt;<br />
<br />&lt;br /&gt;<br />
In questo momento baso tutto sull'alimentazione e ho ridotto l'attività fisica mentre ora sarebbe il momento di tornare a pieno regime e sono preoccupata di non riuscire a ripartire con valori di ferritina che tendono a scendere (forse insieme all'emoglobina).<br />&lt;br /&gt;<br />
<br />

[#5] dopo  
Utente 342XXX

Se l'ipoferritinemia dipendesse da saltuari microsanguinamenti dipendenti da gastrite cronica iperemica, anche i microsanguinamenti sarebbero cronici e seguirebbero l'evoluzione della gastrite cronica iperemica?
In questa ipotesi si potrebbe fare qualcosa per fermare i microsanguinamenti?

Grazie per la gentilissima attenzione

[#6] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Beh l'uso del gastroprotettore sicuro migliorala situazione della mucosa gastrica, ma non la guarisce visto che trattasi di gastrite cronica.
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!