Utente 378XXX
Buongiorno, vi scrivo per chiedere un consulto per mia madre, 79 anni in grave osteoporosi, in cura con Eutirox (alternato un giorno 75, un giorno 100, le è stata tolta la tiroide qualche anno fa), carvedilolo la mattina e la sera, valsartan da 80 la mattina e Lixiana la mattina (per trombosi venosa ad una gamba un anno fa). Per l'osteoporosi prolia ogni 6 mesi e vitamina D.
E' stato riscrontrato da pochi mesi (da una tac di quasi un anno fa) un deterioramento cognitivo dovuto ad una sofferenza vascolare ma non di natura degenerativa. La situazione è degenerata quando dopo un crollo vertebrale ha iniziato a non prendere bene le medicine, saltando doverse cose, fra cui l'eutirox, il vartarsan ecc.. Quando ci siamo accordi della situazione ci siamo stati attenti e abbiamo fatto riprendere le terapie.

Abbiamo riscontrato dei valori sanguigni abbastanza sballati,che riporto.
TSH 0.11 (valori normali fra 0,36 e 3,74)
FT4 19.02 (valori normali fra 9 e 18)
FT3 e altri valori per la tiroide normali.

Poi altri valori sballati sono
Esame emocromocitometrico
globuli rossi 7 (valori normali 4.20 e 5.40)
emoglobina 17.6 (valori normali fra 12 e 16)
Ematocrito 56.3 (valori normali fra 36 e 46)
MCV 80,4 (valori normali fra 81 e 94)
MCH 25.1 (valori normali fra 26 e 32)
MCHC 31.3 ( valori normali fra 32 e 36
RDV-CV 15.4 (valori normali fra 11.8 e 14.8)
Formula leucocitaria
Neutrofili 81.2 (valori normali 37-75)
Linfociti 11.7 (valori normali 12-50)

Poi scorrendo le analisi
Cloruro 108 (valori normali 98-107)
Calcio 8.3 (valori normali 8.5-10.1)

Elettroferesi delle proteine sieriche
Beta 2 globuline 7.1 (valori normali 3.2-6.5)

Il resto non indicato presenta valori normali.
Non beve e non fuma, colesterolo nella norma. i

Parlando con la neurologa ci diceva che andrebbe monitorata la questione della vascolarizzazione dato che il problema neurologico viene da lì, inoltre negli anni spesso hanno fatto riferimento al sangue denso..e la dottoressa diceva che con questa situazione neurologica più che un anticoagulante sarebbe meglio un antiaggregante e che non sarebbe semplice trovare una cura compatibile con la cura per la trombosi ma che appunto non è il suo campo e rimandava ad una visita specialistica in tal senso.
Abbiamo un incontro prenotato per il 20 settembre, volevo qualche consiglio prima del consulto.
Prima prendeva sempre la cardioaspirina, ora non la prende più da quando iniziò a saltare le medicine, questo prima della trombosi...
La cardioaspirina so che è utile per fluidificare il sangue ma sarebbe compatibile con Lixiana?
Rimango in attesa di una vostra gentile risposta.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Franco

28% attività
16% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
TRAPANI (TP)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, sull'utilità della cardioaspirina contemporaneamente al Lixiana ho parecchi dubbi, bisogna rivalutare la trombosi e capire se necessità ancora di assumere questo farmaco insieme ad uno studio trombofilico. Dagli esami che mostra si vede un incremento dell'ematocrito e conseguentemente del valore di emoglobina bisognerebbe indagare il perché di questo sangue meno "fluido". Le consiglio la visita ematologica urgente per chiarire meglio il quadro anche vista la sofferenza di natura vascolare, il valore di ematocrito è molto alto bisogna capire il motivo.
Spero di essere stato utile un saluto
Dr. Giovanni Franco - Ematologo
www.dottorfrancoematologo.it
www.facebook.com/ematologopalermo

[#2] dopo  
Utente 378XXX

Grazie dottore, ho prenotato a metà agosto una visita che miracolosamente (visti i tempi di attesa( è cadura al 20 settembre. Ritiene che sia meglio accelerare e farsi fare una nuova richiesta con indicata l'urgenza per fare prima annullando questa?
Mi faccia sapere, ancora grazie per il suo parere.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Franco

28% attività
16% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
TRAPANI (TP)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2018
salve con 56% di ematocrito e precedenti sofferenze vascolari io la anticiperei se possibile e soprattutto rifarei una visita con chi ha prescritto il Lixiana (cardiologo?) per capire effettive necessità ma di più non si può dire bisogna procedere con le visite. Un saluto
Dr. Giovanni Franco - Ematologo
www.dottorfrancoematologo.it
www.facebook.com/ematologopalermo

[#4] dopo  
Utente 378XXX

Buonasera dottore,
la volevo aggiornare sulla questione della mia mamma, abbiamo proceduto con la visita ematologica, l'ematologo data la situazione, visto anche che questi valori un po' altalenanti hanno avuto una radicalizzazione dal 2014 in particolare... e ha fatto fare subito tre salassi in 20 giorni per abbassare l'ematocrito e abbiamo il mese dopo (una decina di giorni fa) iniziato l'iter diagnostico.. Il sospetto, quasi certo diciamo, è che possa essere una policitemia vera. Ha spesso mal di testa e la pressione sempre alta ora sotto controllo e abbassata con una variazione della terapia per la pressione.
Tra due settimane arriveranno i risultati e inizieremo la terapia... L'ematologo ha prospettato l'utilizzo dell'aspiina e della idrossiurea..
Contestualmente abbiamo fatto con urgenza un ecodoppler agli arti inferiori e la prossima settimana abbiamo una visita al centro trombosi per rivalutare la trombosi di un anno fa.. in modo da poter predisporre una terapia più adeguata anche alla luce della situazione della trombosi che in effetti dallo scorso anno non era mai stata rivalutata.
Ammesso che venga confermata la problematica lei cosa pensa del farmaco Jacavi ? Sarebbe indicato per la situazione ? Ci diceva il medico che generalmente non si dà a pazienti anziani perchè ha delle controindicazioni come maggiore predisposizione alle infezioni e anemia..