Utente
Salve,
Ho 36 anni. In seguito ad un esame del sangue di routine sono stati riscontrati alcuni valori anomali.
In seguito ho effettuato diversi esami dei quali riporto i risultati:

03/10/19
WBC 6, 7
RBC 6, 07
HB 170
MCV 87, 5
HCT 0, 53
MCH 28
MCHC 321
RDW 13, 4
PLT 303

In seguito ai valori alti di RBC, HB ed HCT il mio medico di base mi ha consigliato di bere molta acqua e ripetere gli esami a distanza di circa un mese.
Bevevo già circa 2 L al giorno.
Ho cercato di bere un po' di più.


Effettuo gli esami il 25/11/19.
I valori rimangono alti.

RBC 6, 14
HB 174
HCT 0, 53

A questo punto il mio medico mi manda da uno specialista in ematologia.


Un paio di giorni prima della visita specialistica su mia iniziativa effettuo un altro emocromo ed i valori anomali rientrano in parte nella normalità.

16/12/19
RBC 5, 74
HB 166
HCT 0, 49

Lo specialista in seguito a visita conclude:

"Anamnesi patologica remota muta.
Non riferite patologie respiratorie di livello.
Nega familiarità per TEV o malattie CV.
Riscontro da qualche mese di poliglobulia isolata con valori oscillanti peraltro normalizzati spontaneamente all'ultimo emocromo.
Obiettività ematologica non significativa, non riferiti sintomi sistemici ne da iperviscosità.
L'andamento delle conte globulari non è tipico per malattia mieloproliferativa"

Ha concluso consigliando abbondante idratazione, astensione dal fumo (non fumo), monitoraggio di emocromo ogni 4/6 mesi.
In più la possibilità di fare il donatore per tenere basso il valore di hct

Mi ha prescritto altri due esami: eco addome completo ed emocromo più approfondito.


Risultati dell'emocromo:
Globuli Bianchi (WBC) 5, 9 x10 9/L 3, 5 11, 0
GLOBULI ROSSI (RBC) * 5, 87 x10 12/L 4, 10 5, 65
EMOGLOBINA (Hb) 167 g/L 125 169
RBC VOLUME MEDIO (MCV) 87, 2 fL 82, 0 100, 0
EMATOCRITO (HCT) * 0, 51 L/L 0, 38 0, 49
HB GLOBULARE MEDIA (MCH) 28, 5 pg 27, 0 34, 0
CONC.
HB GLOB.
MEDIA (MCHC) 328 g/L 313 355
INDICE DISTRIB.
RBC (RDW) 13, 0 per cento 12, 0 15, 0
PIASTRINE (PLT) 272 x10 9/L 110 330

NEUTROFILI 47, 0% 2, 8 x10 9/L 1, 9 5, 3
LINFOCITI 34, 7% 2, 1 x10 9/L 0, 9 3, 4
MONOCITI 11, 1% 0, 7 x10 9/L 0, 2 1, 3
EOSINOFILI 6, 5 % 0, 4 x10 9/L <0, 5
BASOFILI 0, 7 % 0, 0 x10 9/L 0, 0 0, 2

P-FERRITINA 80 ug/L 18 250
S-ERITROPOIETINA 6 U/L 5 28

P-CREATININA 1, 30 mg/dL <1, 30

FILTRATO GLOMERULARE STIMATO 70

P-BILIRUBINA TOTALE 1, 0 mg/dL 0, 3 1, 5
P-AST (TRANSAMINASI GOT) 27 U/L (37'C) fino a 45
P-ALT (TRANSAMINASI GPT) 17 U/L fino a 50
P-LATTICODEIDROGENASI (LAD) 171 U/L 100 210

Sono in attesa di eco addome.


In base all'andamento dei valori sopra riportati si può escludere policitemia?
Lo specialista mi ha detto che in caso di patologia i valori non diminuiscono spontaneamente come è successo a me.
Anche se nell'ultimo esame sono saliti di nuovo leggermente.
Pur rimanendo più bassi rispetto al primo esame.

Il valore basso di epo può indicare qualcosa?

Potrebbe trattarsi di policitemia in fase iniziale?
Altrimenti da cosa potrebbero essere causati questi valori?

Grazie dell'attenzione.

[#1]  
Dr. Angelo Carella

24% attività
20% attualità
12% socialità
GENOVA (GE)
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2016
Caro Signore
Se non vi sono.problemi di natura cardio-polmonare ,i
Valori da Lei riferiti potrebbero.far sospettare una policitemia .il disaggio di eritropoietina basso sarebbe in linea con questa diagnosi.
Per avere la certezza dovrebbe sottoporsi ad un prelievo per valutare la presenza della mutazione genica JAK2 V617F(più raramente CALR ed MPL)
Se la mutazione sara' presente dovrà ' essere seguito da un ematologo
Cari saluti
Amcarella
Dr. Angelo Carella

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta Dr. Carella,
Volevo chiederle solo un chiarimento: lo specialista dal quale sono andato mi ha rassicurato dicendo che in caso di malattia mieloproliferativa i valori anomali non dovrebbero tornare alla normalità in modo spontaneo come invece è successo a me. Infatti mi ha chiesto se per caso avevo fatto un salasso. Qual è la sua opinione in merito?

Detto questo continuerò con gli accertamenti. Eco addome già fissata e parlerò con il mio medico se è il caso di fare l'esame per il jak2 anche se al momento ha escluso la cosa suggerendo solo controlli periodi dell'emocromo.

Grazie

[#3]  
Dr. Angelo Carella

24% attività
20% attualità
12% socialità
GENOVA (GE)
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2016
Ma certo ,non vedo urgenza ma se vuole avere la garanzia di una sospetta sindrome mieloproliferativa va fatto jak2.
L'ecografia ok
Saluti
Amcarella
Dr. Angelo Carella