Utente 124XXX
salve! è la prima volta che scrivo ai medici tramite internet.sono operaia di circa 40 anni e sto facendo fatica enorme dovuto a questa stanchezza fisica esagerata,per cio ho fatto dei esami di sangue ed è venuto fuori questo:
globuli rossi - 2,12
emoglobina - 7,80
ematocrito - 23,00
ematocrito - 108,50
mcv - 36,80
mch - 33.90
rdw - 20,60

dopo di che mi hanno dato una cura da seguire a casa, dobetin 1000 una fiala al di per 15 gg.e di fare l'esame del emocromo per 7-8volte
dopo questi esami sono andata dal ematologo e l'ultimo esame sembra migliorato
e risulta cosi:( le scrivo solo quelli con asterisco)
globuli rossi -2,33
emoglobina -8,30
ematocrito -25,60
mcv -109,90
mch -35,60
rdw -19,70

ab anti cellule parientali gastriche (immonufluo.indiretta positivo)

dopo questo esame mi hanno aggiunto folina 5mg e consigliato riposo assoluto.il mio medico non è proprio sicuro ma quasi di un anemia megaloblastica,mi potete dire qualcosa in più?
lei mi può dire cosa mi sta sucedendo?e se verra il giorno il quale non mi sentiro cosi stanca e con un viso stanco e bianco? quanto tempo più o meno ci vorra prima che io guarisca del tutto? grazie per la sua pazienza e disponibilità. aspetto una risposta ed devo dire con tanta ansia. grazie

[#1]  
20563

Cancellato nel 2010
la stanchezza e' facilmente spiegata dall'emoglobina tanto bassa (emogloina bassa = anemia).

L'anemia si ha quando si perde sangue o quando non se ne fabbrica abbastanza, per carenza di fattori necessari.

La mancanza di alcuni fattori fa produrre emazie piccole e la mancanza di altri fattori fa produrre emazie grandi.

Nel suo caso la notevole anemia e' associata a emazie grandi (macrocitori) che dipendono dalla mancanza di vitamina b12 e di acido folico, due vitamine che fortunatamente si possono dare sotto forma di farmaci.

La vera domanda diventa: come mai questa signora scarseggia di tali vitamine? A volte uno mangia malissimo e manca perche' la dieta e' povera. Altre volte uno mangia normale ma i germi dell' intestino si fregano loro tutta la vitamina. Altre volte infine manca un fattore intrinseco che serve a impacchettare la vitamina del cibo per farla recapitare dentro al sangue.

Questo fattore che promuove l'assorbimento della vitamina viene fabbricato dallo stomaco. Gastriti atrofiche o attacchi autoimmuni alle cellule della parete dello stomaco o direttamente contro il fattore fanno si' che manchi il fattore e la persona non assorba vitamina B12.

Ne deriva una anemia grave che una volta era incurabile, quindi era detta anemia perniciosa. nel midollo si vedevano grossi eritroblasti anormali detti megaloblasti.

il suo medico sa che a lei manca la vit. B12 e siccome e' positiva agli anticorpi anti cellule parietali gastriche, pensa che le manchi il fattore intrinseco e che quindi sia una forma megaloblastica.

Una cura di vitamina B12, anche direttamente in vena, e una cura se possibile per lo stomaco, per ridurre la possibile atrofia o l'attacco autoimmune, faranno risalire completamente l'emoglobina, diminuire il volume MCV e le ridaranno la sua forza.

Restera' poi da vedere se cosa si puo' fare per lo stomaco, colpevole ultimo della sua anemia.


[#2] dopo  
Utente 124XXX

grazie mille per la vostra disponibilità e il tempo dedicato a me

la sua è la miglior risposta che abbia avuto per tutto questo tempo.

il 27 di questo mese l'ematologo il quale ha deciso di curarmi con dobetin 1000 una alla sett. e folina mi ha prenotato la gastroscopia
e biopsia in vero simile. spero che vada tutto bene e

grazie ancora.nora.

[#3] dopo  
Utente 124XXX

salve dottore. sono ritornata a farle un altra domanda riguarda alla mia anemia.

come ho spiegato sopra ho fatto la gastroscopia ed e venuta fuori una lieve gastrite.sarà veramente anemia megaloblastica da gastrite atrofica? invece l'emoglobina sale e scende ,ora mi hanno aggiunto anche il ferrograd visto che nel ultimo esame il valore del S-ferro è 10, S-ferritinina 4 invece emoglobina attualmente è 8,90 dopo tutta questa cura che sto facendo da un paio di mesi.
la mia domanda è : in queste condizioni considerando il mio faticoso lavoro in una fabbrica metalmecanica a cattena considerando anche il mio stato di salute ho il diritto di chiedere l'invalidita anche se a piccola percentuale oppure della riduzione delle ore di lavoro?
la prego di rispondermi prima possibile e anticipatamente ringrazio

[#4] dopo  
Utente 124XXX

salve dottore. sono ritornata a farle 2 domande.
la prima domanda é:
considerando i miei esiti del emocromo come descritti qui sopra,subito dopo sono arrivati quelli del asl per farci esami del sangue per poi darci l'idonetà o no del lavoro,secondo lei sarò idonea o no?
prima di farle l'altra domanda dia un occhiata al esito della gastroscopia+biopsia.
mucosa gastrica di tipo antrocorpale con fologi cronica++atrofia++(focale)mataplasia intestinale EL.
py negatio.

la mia seconda domanda è :facendo vedere il mio esito della biopsia dello stomaco fatto in seguito della mia insistente anemia che ne pensa?

anticipatamente ringrazio

[#5]  
20563

Cancellato nel 2010
Per l'idoneita' al lavoro non posso rispondere. Il giudizio se una persona e' adatta oppure no a un certo lavoro spetta al "medico competente" (il vecchio medico di fabbrica), il quale conosce la persona e conosce la fabbrica e puo' decidere che uno e' idoneo a fare quello che fa, oppure che deve andare a fare qualcosa di piu' leggero fra i vari lavori che si svolgno in ditta, oppure che non e' idoneo e che in fabrbica non ci sono altre mansioni adatte a lui, in qs. ultimo caso la persona viene licenziata per inidoneita' fisica e dovra' cercare una occupazione piu' leggera altrove.

Nel suo caso, parlando da lontano e da incompetente, secondo me non le danno nessuna invalidita' perche' la sua condizione e' transitoria e curabile, non e' permanente.

Adesso e' fiacca e ha l'anemia, ma con le giuste cure si puo' ragionevolmente prevedere che non sara' piu' fiacca, e quindi tornera' pienamente efficiente. Ergo niente invalidita'.

La biopsia conferma l'ipotesi che le avevo anticipato, di gastrite atrofica, che spiega la componente macrocitica dell'anemia. Tante volte la carenza di acido provoca anche difficolta' nell'assorbimento del ferro, per cui alla B12 si aggiungera' del ferro.

Sono situazioni comuni, che ematologi e medici di famiglia vedono tutti i giorni.



[#6] dopo  
Utente 124XXX

grazie mille per la sua risposta e per di più rapida e chiara

grazie anche perchè ora mi sento gia meglio sapendo o meglio dire meno preocupata di perdere il mio posto di lavoro.
riguarda l'anemia sto prendendo ferro per ev e gli ultimi esami vanno molto meglio. si. ha ragione lei,le mie forze (anche se nel mio lavoro ce ne vuole)si stanno riprendendo.
ho ancora la nausea per quasi tutto il di e non saprei come mandarla via ,ma per il resto sta tornando tutto normale.
grazie ancora