Utente 634XXX
Mia figlia 16enne soffre di insulina alta oramai da un paio d'anni. Specialmente quella postprandiale che raggiunge valori standard tra i gli 80 e i 120. All'inizio era sui 160.
Viene curata con Metformina 500mg al dì. La ragazza è sovrappeso. E' alta 175 cm e pesa 85 kili.
Mi chiedevo se non è possibile risalire alle cause di questo problema. E' da imputare totalmente a fattori genetici o ci sono esami specifici del pancreas o altro per risalire a cause?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta

28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore, la prego di specificare se i valori di insulinemia sono a due ore da un pasto qualunque o è stata dosata dopo curva da carico orale di glucosio, o in modo post-prandiale empirico senza un tempo definito. Ancora meglio se riuscirà a dare notizie inerenti la glicemia. Per quanto riguarda l'uso della metformina è assolutamente condivisibile, un po' meno la posologia prescritta. L'iperinsulinismo trova sicuramente una motivazione nel eccedenza ponderale (I.M.C. 27,8 Kg/m2), sarebbe tuttavia opportuno indagare l'origine del sovrappeso, che potrebbe essere secondario ad uno scorretto stile di vita. Aggiungo che probabilmente è in sovrappeso anche lei (leggo il suo peso ma non l'altezza) ed è più facile che i figli di sggetti in sovrappeso lo siano anch'essi con maggiore probabilità. Inoltre consiglio una consulenza ginecologica, esistendo delle condizioni come la policistosi ovarica, che rendono iperinsulinemici. La presenza o meno di fattori genetici può influenzare la comparsa o meno di diabete conclamato, in un futuro. Quindi è opportuna un'adeguata prevenzione.
Cordiali Saluti
Dott. Mario Manunta
Senior Clinical Diabetologist

[#2] dopo  
Utente 634XXX

Egr.Dottore cerco di rispondere alle Sue domande a riguardo.
L'insulina post prandiale viene calcolata con un prelievo fatto un'ora dopo l'inizio del pasto della colazione.
I valori dell'ultimo prelievo di mia figlia sono:
insulina 29,4 mg
insulina postprandiale 121 mg
glicemia 96 mg
glicemia postprandiale 107 mg (stesso prelievo fatto un'ora dopo aver iniziato il pasto della colazione).
La posologia della Metformina è aumentata a 500mg dopo il pranzo e 500mg dola la cena.
Inoltre Il mio peso è di 96 kili per 184 cm di altezza.
Grazie.

[#3] dopo  
Dr. Mario Manunta

28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Gentile Signora, adesso è tutto più chiaro. I valori di glicemia basale e ad un'ora dal carico sono nella norma, questo perchè grazie ad un iperlavoro, il pancreas riesce a compensare mandando in circolo più insulina. Da una parte l'iperinsulinismo compensatorio riesce a mantenere il range di normalità della glicemia, dall'altra si innesca una resistenza insulinica confermata da entrambi i valori (basali e ad un'ora) alterati. I valori di riferimento sono infatti:
Insulina T0': 5 - 25 micrU/ml
Insulina T60': 41 - 125 micrU/ml.

Sarebbe stato utile avere il dato a due ore (v.n. a T120': 18 -56 micrU/ml). L'incremento della posologia della metformina mi trova d'accordo, quella che aveva espresso precedentemente era la dose "start", infatti la prescrizione di questo farmaco, prevede una titolazione proprio per minimizzare gli effetti collaterali. Mi permetto di consigliare una revisione anche del suo stile di vita, dal quale non potrà che trarne giovamento.
Molto Cordialmente
Dott. Mario Manunta
Senior Clinical Diabetologist

[#4] dopo  
Utente 634XXX

Grazie Dottore.
Le preciso solamente che chi le scrive è il padre e non la madre. Ecco spiegato l'altezza ed il peso.
Le chiedo ancora un paio di cose.
Mi pare di aver capito che oltre alla consulenza ginecologica (policistosi ovarica) non ci siano altri esami da fare per andare a ricercare le cause di questa insulinemia.
Per favorire un miglior funzionamento del metabolismo, oltre l'attività fisica, quali sono i suoi consigli?
La dieta alimentare deve privilegiare certi alimenti?
Ho sentito parlare di un farmaco (antiadiposo).
La ringrazio e la saluto cordialmente.

[#5] dopo  
Dr. Mario Manunta

28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Gentile Signore, (scusi se automaticamente ho dato per scontato che fosse la mamma a parlare!). Si penso che un iter diagnostico terapeutico vada affrontato gradualmente e quindi a tappe. Per adesso ritengo bastevole la consulenza ginecologica, e solo successivamente se fosse necessario, proseguirei con l´iter. La variazione dello stile di vita riguarda sicuramente anche l´alimentazione corretta da associare all´attività fisica. Non esistono alimenti da bandire, deve esserci un equilibrio tra macronutrienti (proteine, lipidi e carboidrati), da prescrivere secondo le esigenze personali. Lasci perdere l´antiadiposo, bene la metformina.
Cordialmente
Dott. Mario Manunta
Senior Clinical Diabetologist

[#6] dopo  
Utente 634XXX

Grazie.
Provvediamo alla consulenza ginecologica e poi le farò sapere aggiornandola.
Grazie ancora e buon lavoro.