Utente 837XXX
Assumo da circa 7 anni 1 compressa e 1/2 di Tapazole per via del morbo di basedow.
A seguito di cio (presumo) ho, da circa tre anni, estreme difficoltà ad espormi al sole, anzi ultimamente
è automatica la comparsa di eritema già dopo una giornata di esposizione solare, pur utilizzando creme a
protezione totale (fattore 50-60).
Esiste qualche soluzione alternativa? È possibile curare il morbo di basedow senza questi effetti collaterali?
Esistono ulteriori prodotti / cure od altro che consentono un'esposizione solare meno problematica?
Grazie anticipatamente

[#1]  
10161

Cancellato nel 2009
Certamente, la ghiandola si può modulare più fisiologicamente e rispettosi del paziente, anche perchè se con l'esposizione al sole, vengono eritemi (dove si sviluppano?)vuol dire che qualcosa nel suo organismo non funziona bene.
Bisogna ricercare l'agente eziologico del Basedow, una tiroidiite?, riferisca tutti gli esami precedenti, in modo da essere più precisi nel consiglio.

[#2] dopo  
Utente 837XXX

Ad aprile 1999, circa, i seguenti sintomi: sudorazione continua ed eccessiva, tremore,sensazione di fame continua, dimagrimento consistente pur mangiando evidentemente fuori misura, irrascibilità, tachicardia (a riposo 110 - 120 pulsazioni)

==========================================================
20/05/1999 Funzionalità tiroidea TRAB anticorpi anti
recettore del TSH
Metodo Radio recettorale Risultato 39%
Valori di riferimento:
< 10% Negativo
10-18% Dubbio
> 18% POSITIVO
=========================================================
25/05/1999 Esame: Scintigrafia tiroidea
Captazione tiroidea nettamente superiore
ai valori standard.
Tiroide aumentata di volume soprattutto a
carico del lobo dx
per assimetria dimensionale dei due lobi,
profili regolari.
Parenchima tiroideo diffueìsamente
ipercaptante.
(esame in terapia con tapazole da alcuni
giorni)
==========================================================
IN QUESTO PERIODO ASSUMEVO CIRCA 3/4 PASTIGLIE AL GG.
==========================================================
06/08/1999 ESAME ECOTOMOGRAFICO
La tiroide appare con profili bozzuti,
discretamente ingrandita specie
a carico del lobo dx; l'ecostruttura
parendimale risulta diffusamente
disomogenea, con setti iperecogeni
delimitanti aree pseudonodulari.
==========================================================
valori tiroide al 12.05.99
FT3 16.3 (RIF: 2.3 - 4.2)
FT4 40.9 (RIF: 8.0 - 16.0)
TSH 0.01 (RIF: 0.350 - 4.500)
Ac anti Tireglobulina 158 (RIF: <230)
Ac anti Tireoperossidasi 65 (RIF: <100)
==========================================================
valori tiroide al 17.08.99
FT4 12.2 (RIF: 8.0 - 16.0)
TSH 0.01 (RIF: 0.350 - 4.500)
==========================================================
valori tiroide al 09.11.99
FT4 5 (RIF: 8.0 - 16.0)
TSH 19.62 (RIF: 0.350 - 4.500)
==========================================================
IN QUESTO PERIODO SONO STATE RIDOTTE LE COMPRESSE (NON RICORDO QUANTE).
==========================================================
valori tiroide al 16.02.00
FT3 3.5 (RIF: 2.3 - 4.2)
FT4 14.8 (RIF: 8.0 - 16.0)
TSH 0.17 (RIF: 0.350 - 4.500)
==========================================================
valori tiroide al 30.08.00
FT3 3.1 (RIF: 2.3 - 4.2)
FT4 11.3 (RIF: 8.0 - 16.0)
TSH 1.20 (RIF: 0.350 - 4.500)
==========================================================
valori tiroide al 18.12.00
FT3 3.5 (RIF: 2.3 - 4.2)
FT4 16.3 (RIF: 8.0 - 16.0)
TSH 0.06 (RIF: 0.350 - 4.500)
==========================================================
valori tiroide al 10.10.01
FT3 3.0 (RIF: 2.3 - 4.2)
FT4 11.8 (RIF: 8.0 - 16.0)
TSH 1.28 (RIF: 0.350 - 4.500)
==========================================================
valori tiroide al 25.07.01
FT3 2.7 (RIF: 2.3 - 4.2)
FT4 12.3 (RIF: 8.0 - 16.0)
TSH 3.96 (RIF: 0.350 - 4.500)
==========================================================
valori tiroide al 23.02.01
FT3 3.1 (RIF: 2.3 - 4.2)
FT4 10.9 (RIF: 8.0 - 16.0)
TSH 1.21 (RIF: 0.350 - 4.500)
==========================================================
valori tiroide al 20.05.02
FT3 3.0 (RIF: 2.3 - 4.2)
FT4 10.7 (RIF: 8.0 - 16.0)
TSH 0.84 (RIF: 0.350 - 4.500)
==========================================================
valori tiroide al 29.05.03
FT3 3.4 (RIF: 2.3 - 4.2)
FT4 11.0 (RIF: 8.0 - 16.0)
TSH 0.94 (RIF: 0.350 - 4.500)
EMOCROMO COMPLETO ED ESAMI URINE
SOSTANZIALMENTE NELLA NORMA
==========================================================
valori tiroide al 19.09.03
FT3 3.3 (RIF: 2.3 - 4.2)
FT4 11.2 (RIF: 8.0 - 16.0)
TSH 1.66 (RIF: 0.350 - 4.500)
==========================================================
valori tiroide al 28.07.04
FT3 2.9 (RIF: 2.3 - 4.2)
FT4 9.5 (RIF: 8.0 - 16.0)
TSH 1.89 (RIF: 0.350 - 4.500)

[#3]  
10161

Cancellato nel 2009
20/05/1999 Funzionalità tiroidea TRAB anticorpi anti
recettore del TSH
Metodo Radio recettoriale Risultato 39% Di solito si stabiliscono anticorpi anti recettore del TSH per una sensibilizzazione con la Yersinia enterocolitica, che per mimetismo molecolare, vengono sviluppati anticorpi anti TSH con un relativo ipertiroidismo, la ghiandola viene stimolata a produrre in maniera eccessiva per la presenza di una quantità rilevante di TSH; purtroppo la somministrazione del Tapazole non fa altro che bloccare la ghiandola, ma il problema a monte persiste. Inoltre potrebbe essersi verificato un quadro di tiroidite autoimmune, scatenato dalla presenza del virus di Epstein-Barr, che sempre per mimetismo molecolare ha fatto sviluppare anticorpi antitiroide, le cellule cominciano a distruggersi e liberano ormone tiorideo, con complicazione del quadro ipertiroideo. Due patologie possono essersi verificate: Yersinia: anticorpi anti TS; Epstein-Barr: anticorpi anititroide.
Va combattuta la malattia autoimmune, non certamente con cortisone, o similari, amplificherebbe la risposta del germe e di vari altri virus presenti complicando il quadro.
Piano, piano la tiroide ha cominciato a funzionare meno, ma persiste la tiroidite. Pertanto non riesco a capire perchè sia stato proosto un intervento o una distruzione della tiroide, quando il problema si verifica da tutta un'altra parte. Vanno fatti esami specifici per chiarire la patologia
SAluti moschinialberto@medicitalia.it

[#4] dopo  
Utente 837XXX

Innanzitutto grazie per la solleccitudine.
Dall'inizio della malattia sono in cura presso un "luminare" di Mestre in campo endocrinologico,
di cui per correttezza ometto il nome.
Non mi è mai stata prospettata una situazione di questo genere e quindi le chiedo cortesemente un
ultimo consiglio: dato il mio quadro, come affronterebbe lei la valutazione dello stato della tiroide
e quali sarebbero gli esami/controlli da eseguire, e dove mi
potrei rivolgere per avere una "seconda opinione" competente a riguardo?

Cordialmente, la saluto

[#5]  
10161

Cancellato nel 2009
Gli esami che potrebbe eseguire sono:
emocromo e formula, piastrine
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,
anticorpi sierici anti tireoglobulina
anticorpi sierici anti microsoma tiroideo (TPO)
Tireoglobulina
anticorpi sierici anti recettore TSH (anti TRAK)
FT3, FT4, TSH
ANTCORPI ANTI-GANGLIOSIDI GMi lgG e lgM
ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA PNEUMONIAE lgG e lgM
ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA TRACHOMATIS ]gG e lgA
ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM
ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)
ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
ANTICORPI ANTI-YERSINIA ENTEROCOLITÌCA lgG e lgM
Successivamente, si possono eseguire esami strumentali più particolari, anche per stabilire una terapia adeguata. mi invii una posta elettronica, per avere maggiori informazioni.
SAluti moschinialberto@medicitalia.i