Biodisponibilità e corrispondenza tra samyr (ademetionina) fiale iniettabili e samyr compresse?

Salve, ho cercato informazioni sulla corrispondenza di biodisponibilità tra Samyr compresse orali e Samyr fiale iniettabili (principio attivo ademetionina), ma ho trovato poco o nulla, e le informazioni che ho trovato si contraddicono a vicenda. E' indubbio che è biodisponibile una quantità maggiore della forma iniettabile rispetto a quella orale, d'altronde lo dicono pure i dosaggi indicati che sono 400 mg max per IM e 800/1600 mg per via orale.

Secondo la pagina sull'S-adenosil metionina di wikipedia in lingua inglese, che a sua volta cita una fonte linkata nelle note in basso, la biodisponibilità della forma iniettabile sarebbe del 96% rispetto a solo 5% della forma in compresse deglutibili.
Un'altra volta lessi un'opinione di un paziente a cui il medico aveva detto che per eguagliare l'assunzione effettiva di 100 mg di iniettabile ce ne vogliono 400 mg in compresse, quindi per eguagliare i 400 mg di soluzione da iniettare ce ne vogliono 1600 mg orali.
Quindi tra queste due informazioni che ho trovato nel web, c'è una grossa incongruenza, e vorrei sapere quale si avvicina di più alla realtà.
[#1]
Dr. Tommaso Vannucchi Farmacologo, Psichiatra, Tossicologo 6,8k 336 1
gentile utente
Per via intramuscolare l'assorbimento del farmaco è praticamente completo (96%); i valori plasmatici massimi di Ademetionina si raggiungono dopo circa 45 minuti dalla somministrazione.
Per via orale i picchi di concentrazione plasmatica sono raggiunti da 3 a 5 ore dopol’ingestione di compresse grastroresistenti La concentrazione di picco plasmatico ottenuta dopo somministrazione delle compresse gastroresistenti è dose correlata con picco di concentrazioni plasmatiche raggiunto da 3 a 5 ore dopo una somministrazione singola compresa tra 400 mg fino a 1000 mg.
Pertanto l'attività terapeutica è molto più rapida rispetto a quella orale anche se non è possibile fare un'equivalenza fra le fiale e le compresse (in quanto intervengono molti farrori farmacocinetici) si può in modo molto grossolano paragomnare una fl da 400 mg a 800 mg per via orale anche se,secondo la mia opinione, i risultati terapeutici sono completamente diversi fra fiale e compresse orali

Tommaso Vannucchi

[#2]
dopo
Utente
Utente
Se quindi la velocità di insorgenza dei benefici (intesa come giorni e non come ore) non è data dalla quantità biodisponibile, da cosa è data?
[#3]
Dr. Tommaso Vannucchi Farmacologo, Psichiatra, Tossicologo 6,8k 336 1
l'effetto è dato proprio dalla biodisponibilità del farmaco in fiale, maggiori sono le concentrazioni ematiche e di sonseguenza nel cervello maggiore sarà l'effetto farmacodinamico

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test