Utente 114XXX
Buonasera,sono una donna di 34 anni alta:1.67 per 59Kg.Vi espongo subito il mio problema:io,purtroppo,da sempre non bevo moltissimo,anzi...bevo 1 al max 2 bicchieri di acqua al giorno.Tre gg.fa dopo una visita fatta da un gastroenterologo per problemi allo stomaco che avevo da settimane,ho acquistato (su suo consiglio)l'Isocolan,34,8 g perchè dai raggiX risulta che abbia un infiammazione cronica duodenale e siccome soffro di stipsi il Dott.mi ha prescritto ciò,quindi mercoledì mi son presa:
4 bustine di Isocolan in 2 litri d'acqua (presi in 2 ore);
e ieri sera 2 bustine di Isocolan in un litro d'acqua(preso in un'ora)in più mi son "sforzata" nell arco della giornata di bere un altro litro d'acqua.
Il "problema" sta nel fatto che non ho urinato quasi per niente,o meglio ho urinato sì,ma come negli altri gg.quando normalmente bevo 2 bicchieri d'acqua al dì,quindi 3 volte nell'arco di una giornata al massimo;in più io da ieri ho preso quasi 1 Kg,mangio e ho mangiato come sempre (considerato che ho un alimentazione a base di tanta frutta e verdura e poca pasta e pane,tengo molto al mio peso-forma),mi sento più gonfia ed è da mercoledì che io mi chiedo come nn senta il bisogno di andare ad urinare (c'è da dire che sudo pochissimo)...cosa succede in un organismo per far sì che tanta acqua ingerita poi non venga espulsa?Ma la cosa poi anche strana e che se L'Isocolan mi ha portato ad andare spesso in bagno,per pulire bene l'intestino,come è stato preso poi questo Kg in più se non dall'acqua?
In attesa di un Vs.cordiale riscontro Vi porgo i miei più distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

L'isocolan è sostanzialmente un purgante; non deve meravigliare che dopo la sua assunzione con 1 litro d'acqua non sia aumentato il suo volume di urine; aumentando la peristalsi intestinale e quindi anche le scariche alvine, si perde molta acqua con le feci.

Intanto devo dirle che normalmente dovrebbe bere di più di 2 bicchieri di acqua al giorno, come minimo un litro tutti i giorni e molto di più in periodi di caldo come questo, eventualmente aggiungendo un pò di sale in più nella minestra per compensare la perdita da sudorazione e da perspiratio insensibilis della pelle (dalla pelle, quando fa caldo, anche quando non si suda, vi è una notevole dispersione di acqua) e dalla respirazione.

Quanto al fatto che urina poco, bisogna vedere se è un dato reale o una sua sensazione; ha mai provato per qualche giorno a misurare il volume delle urine?

Ovviamente parto dal presupposto che la sua funzionalità renale sia a posto, altrimenti dovrebbe consigliarsi con il suo medico di famiglia per un controllo.

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it