Utente
Due anni fa' mi è stata diagnosticata L'IBS sulla base dei sintomi ritenuti lampanti dal gastro consultato (scariche multiple al mattino, meteorismo, crampi addominali).Non mi ha sottoposto a colonscopia ritenendola non necessaria dati i sintomi evidenti e mi ha fatto effettuare il test per la ricerca del sangue occulto nelle feci che ha dato esito negativo, il test per l'intolleranza al lattosio anch'esso negativo e il test per la celiachia risultato negativo, anche se l'estrazione del Dna ha dato alleli compatibli con la malattia celiaca e DQ 2 positivo.Purtroppo la diagnosi non si è associata ad alcun miglioramento della sintomatologia:a periodi accettabili in cui le scariche risultano quasi normali (in genere due, talora una raramente tre) senza urgenza e dolori precedenti e successivi alle scariche , si alternano periodi in cui il numero delle scariche sale fino a 4/5 accompagnate da "strizzoni" e da un limio sordo nella pancia che si protrae per quasi tutta la mattina.Il gastro dice che ciò è dovuto ad un' improvvisa alterazione della flora batterica, favorita anche dal fatto che soffro anche di malattia diverticolare e mi ha consigliato di assumere fermenti lattici ma i risultati non sono soddisfacenti nel senso che il ristabilmento dell'equilibrio non avviene in breve tempo ( ho preso il codex anche per 10 giorni senza risultati !) ma quando il mio intestino "decide" di calmarsi.
Su consiglio del proctologo che mi segue per una ragade recidivante, mi sono recata da un omeopata che presupponendo un'intolleranza al frumento, mi ha fatto sostituire la pasta e il pane di farina bianca con pasta e pane di farina di Kamut. Per un mese sono stata meglio, tanto che credevo di aver trovato la soluzione ai miei problemi ma dopo un mese, forse complice un'infiammazione alla gola e un brutto raffreddore, tutto è tornato come prima.
Questa situazione è fonte per me di depressione perchè incide pesantemente sulla mia vita : la mattina non sono libera di uscire, ho rinunciato ad andare al ristorante e a viaggiare sia per la difficoltà di seguire la mia dieta specie all'estero sia per il timore di sentirmi male lontano dalla mia città. Cosa mi consigliate di fare ? Quando mi fa male la pancia non esiste un farmaco che elimi il fastidio, allo stesso modo in cui si prende un antiacido per palcare i bruciori di stomaco ? Capisco che non si risolve il problema ma sarebbe già un modo per alleviare un sintomo che mi condiziona non poco e mi deprime facendomi sentire un rottame.

[#1]  
Dr. Giovanni Brondi

24% attività
0% attualità
12% socialità
ADRANO (CT)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Gentile utente ho letto con attenzione i suoi problemi e le debbo confessare che non ho capito alcune cose.
Lei riferisce che, per sintomi datanti da almeno 2 anni riguardanti la sfera digestiva inferiore ( diarrea, dolori addominali, meteorismo), non ha eseguito esame colonscopico, ma parla di malattia diverticolare ( come è stata fatta la diagnosi ? ); afferma poi che non ha ottenuto risultati clinici ma non so con quali terapie.
Il mio orientamento , per un paziente di età superiore ai 50 anni affetto da sintomi riferibili alla sfera digestiva inferiore, è che vada effettuata una colonscopia che ha sempre, in ogni caso,una valenza di screening per eventuale patologia tumorale in atto e futura.
Fermo restando la possibilità della correttezza della diagnosi di IBS, non si possono escludere altre condizioni morbose,una per tutte la patologia diverticolare complicata da infiammazione ( diverticolite ). Consiglierei pertanto di chiedere un'ulteriore consulto ad un gastroenterolo-endoscopista.
Dr. Giovanni Brondi