Utente 212XXX
Salve, vorrei chiedere un consulto generale per tranquillizzarmi su possibili cause dei miei sintomi.

Vivo all'estero, e nonostante mi sia attivato per cercare uno specialista, sto avendo serie difficolta' ad avere un consulto di persona nel paese che mi ospita. Da qualche settimana (2 o 3) vivo periodi alternati di diarrea e di stitichezza. Tutto e' incominciato dal nulla una sera dopo stati di preoccupazione e ansia causati per altri motivi.
Spiego meglio. Ogni giorno ho la sensazione di gonfiore intestinale, localizzato al basso ventre. La notte mi sveglio con il battito cardiaco accellerato, ansia e forti gorgogliii udibili nella pancia. La mattina dopo i gorgoglii soffro di aumentato meteorismo. Per due o tre giorni non riesco ad evacuare restando con quel gonfiore. A volte sembra che l'intestino si contragga e diventi durissimo o si formano delle bolle palpabili nell'addome. Dopo il mio periodo di stitichezza, sempre la mattina, sono costretto ad andare in bagno con feci molli, semi-liquide o liquide, e lo stesso giorno l'evento si ripete piu' volte ma in quantita' sempre minore. Non ci sono tracce visibili di sangue nelle feci. Dopo l'evacuazione mi sento meglio. Nei casi in cui l'evacuazione e' piu' abbondante perche' succede a diversi giorni di stitichezza, mi si presenta una fitta nel fianco sinistro subito sotto le costole che passa dopo poche ore. Ho effettuato un esame del sangue e un consulto con un medico generale. L'esame del sangue non ha riportato nulla fuori dalla norma e la palpazione dell'addome ha avuto risultati positivi non rilevando niente di strano. Il medico non ha ritenuto necessario prescrivermi alcun farmaco. Attualmente sto facendo una cura di Fermenti Lattici che sta portato a ben pochi risultati.

Purtroppo, questi sintomi legati a tutte le diagnosi che si possono trovare in internet mi fanno sempre pensare a qualcosa di grave e aumentano la mia preoccupazione e il mio sconforto.

Spero possiate darmi qualche diagnosi preliminare e dirmi se posso tranquillamente attendere il mio temporaneo rientro in Italia settimana prossima per effettuare delle visite piu' approfondite.

Vi ringrazio.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Direi che può stare tranquillo in quanto i sintomi sono da colon irritabile.

Le invio un schema per il meteorismo.


http://www.endoscopiadigestiva.it/spaw2/uploads/files/Meteorismo%20addominale.pdf


Cordiali saluti
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 212XXX

Grazie per la celere risposta.

Volevo inoltre aggiungere che durante l'evacuazione, in presenza di feci semi-formate ci sono anche parti di muco (se e' muco) di colore biancastro-trasparente-lattiginoso.

Talvolta, dopo i pasti, l'intestino si contrae e incomincia a muoversi diventando mollo e poi duro.

In altre risposte viene pero' affermato che avere sonni tranquilli e non disturbati e' sintomo che non c'e' alcuna malattia, ponso pensare sia vero anche per i miei risvegli notturni?

Ritiene quindi che non ci sia niente di allarmante? Mi consiglia comunque una visita specialistica?

Grazie

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Anche il muco fa parte della IBS come anche la scomparsa dei sintomi dopo defecazione.

Direi che vanno bene i consigli del suo medico senza necessità di interpellare lo specialista.

Auguroni ..
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 212XXX

Mi scusi, ancora un'altra cosa. E' possibile che i movimenti intestinali cambino da quando si e' distesi a quando si sta in piedi o seduti?

E' normale che nei giorni di stitichezza palpandomi l'intestino sento masse piu' o meno dure, forse le feci?

Grazie ancora.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Le sue impressioni corrispondono alla realtà ......
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 212XXX

Grazie ancora.

Mi dispiace disturbarla ancora, ma siccome i sintomi sono abbastanza fastidiosi e pur seguendo una dieta corretta non accennano a diminuire, avrebbe qualche altro consiglio da darmi per eliminare questi disturbi o diminuirli?

E' l'IBS legato a stati d'ansia? E' possibile si acutizzi in base agli stati d'ansia e eliminando l'ansia eliminare anche questi disturbi?

Diciamo che ho avuto gia' casi di meteorismo e riuscivo a conviverci bene, senza variazione delle feci.

Certe sere, dopo (per esempio) due giorni di stitichezza, trovo difficoltoso stendermi di fianco, sembra quasi che l'intestino sia pesantissimo e cada di lato dandomi fastidio.

Grazie.

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Che sia un colon irritabile lo si denota dal fatto che lei gira sempre attorno agli stessi argomenti nonostante le mie risposte.

Le invio pertanto un articolo sull' IBS che vede tale patologia sotto un'altra prospettiva:


https://www.medicitalia.it/minforma/psichiatria/562-colon-irritabile.html


Cordiali saluti
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente 212XXX

La ringrazio per la sua pazienza e le sue risposte.

Purtroppo pero' non ho avuto alcun consiglio dal medico che mi ha assistito. Vivendo all'estero ho fatto una visita da un medico del luogo che si e' sollevato da qualsiasi diagnosi senza ulteriori esami, se non un semplice e generico esame del sangue e la palpazione della pancia. E" sufficiente questo per diagnosticare l'IBS?

Purtroppo devo anche ammettere che leggendo tra i vari siti di informazione, le caratteristiche, i sintomi e le diagnosi sull'IBS risultano a volte alquanto discordanti e aumentano in noi "pazienti" la preoccupazione per qualcosa di piu' serio.


La ringrazio ancora per il tempo che mi ha dedicato.

Grazie.

[#9] dopo  
Utente 212XXX

Mi dispiace rubarle ancora del suo tempo prezioso, ma quali sintomi dovrebbero invece attivare un campanello di allarme?

Alcune mattine la pancia ad occhio nudo si mostra piu' grossa sul lato destro, alla palpazione si sente come un rotolo grosso che poi sparisce appena mi alzo in piedi e inizio le mie attivita' giornaliere. La parte sinistra della pancia invece sembra non risentire piu' di tanto di questi cambiamenti.

Stando seduto la sensazione di gonfiore tende a diminuire.

Sono questi sintomi piu' rilevanti?


Grazie.