Attivo dal 2007 al 2012
Buongiorno, vorrei sapere qualcosa in più di questa patologia.
Il mio medico di base mi ha fatto fare tutte le ricerche per la celiachia, ma davanti ad una biopsia negativa al duodeno, ha tirato i remi in barca e io continuo a gonfiarmi e a non poter mangiare pasta e diverse altre cose e ad assumere metformina per ridurre i sintomi.
Allora mi chiedevo: potrei avere questa nuova forma di sensibilità al glutine?

Grazie per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro Utente, questa nuova forma di intolleranza al glutine definita "sensibilitá" è ancora in via di definizione, ad ora non ci sono infatti markers che possano caratterizzarla certamente, è tuttavia noto che molti pazienti riferiscono sintomi dopo l'assunzione di alimenti con glutine pur non essendo celiaci.
le posso eventualmente suggerire di eseguire una dieta senza glutine per 1 mese e vedere come va.
saluti e mi faccia sapere.
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2] dopo  
Attivo dal 2007 al 2012
La ringrazio per la risposta e mi permetto di chiederle ancora una cosa. L'intolleranza al lattosio, l'iperinsulinemia, l'anemia e frequenti coliti possono dunque entrare a far parte di uno stesso quadro diagnostico?

Grazie ancora

[#3]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Sicuramente l'intolleranza al lattosio, l'anemia e le coliti possono, l'iperinsulinemia non lo so.
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica