Utente 390XXX
Ho 53 anni e da ca.8 anni soffro di mrge sintomatica che curo con IPP (rabeprazolo) ormai continuativamente da almeno 6 anni (in alcuni periodi dell'anno lo prendo a giorni alterni).
ora da ca 10 gg ho iniziato ad avere mal di gola,tosse(curato con antibiotico ma con scarsi risultati)presumo qundi che sia causato dal reflusso (anc he perche' ultimamente prendevo ipp a giorni alterni da 10mg).
Inoltre da alcuni anni ho un es. del sangue sballato:la cromogranina A (v.n. max 98 -io 440).
Chiedo : l'innanzamento della cromogranina e' dovuto ai farmaci IPP?
per il reflusso peggiorato(forse xche' c'e' il cambio di stagione?)aumento la dose di rabeprazolo?

grazie

[#1]  
Dr. Roberto Mangiarotti

28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,
è possibile che i disturbi lamentati (mal di gola, tosse ecc) siano legati al reflusso. Sarebbe opportuno comunque documentare meglio la situazione sottoponendosi a gastroscopia (meglio se per via transnasale) ed eventuale pHmetria (esame che consente di misurare quanto acido risale lungo l'esofago). Per quanto riguarda l'aumento della cromogranina non credo che possa dipendere dall'uso continuativo di IPP ma poichè ho letto che sono stati esclusi altri motivi e l'Octreoscan è risultato negativo, sarà opportuno provare a ripetere il dosaggio dopo un periodo di sospensione dei farmaci. Nel caso in cui sia "scagionato" il rabeprazolo e una volta che venga documentato un reflusso patologico quale causa dei sintomi, consiglierei di assumerlo a dose doppia e anche tripla per lunghi periodi associando ovviamente anche tutti gli altri accorgimenti dietetici e nello stile di vita atti a ridurre le occasioni di reflusso.
Cordiali saluti
Dott. Roberto Mangiarotti

[#2]  
Dr. Gianfranco De Lorenzis

20% attività
0% attualità
8% socialità
PARMA (PR)
LECCE (LE)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2007
Condivido quanto riportato dal collega Mangiarotti, ma vorrei aggiungere che in casi in cui il reflusso gastro-esofageo, prolungato nel tempo, determini laringiti croniche e/o crisi di apnea notturna, la soluzione chirurgica resta l'opzione di prima scelta.
Personalmente ho ottenuto notevoli miglioramenti sintomatologici e clinici in pazienti trattati con fundoplicatio eseguita per via videoplaparoscopica.
Cari saluti

Dr Gianfranco de Lorenzis
Dr. Gianfranco de Lorenzis
Chirurgia Oncologica e Ricostruttiva.
Chirurgia dell'Obesità
www.dottorgianfrancodelorenzis.it

[#3] dopo  
Utente 390XXX

egr.dr.,
ringrazio per le risposte e faccio alcune precisazioni:
il reflusso mi e' stato diagnosticato anni fa con PHMETRIA fatta due volte;
la cromogranina e' ormai dal 2003 che e' fuori norma, a volte piu' bassa a volte alta (ultimo esame valore 440),
settimana scorsa ho fatto anche la gastrinemia e per la prima volta anche questa e' risultata alta (valore 129 norma le sino a 100),
nonostante terapia doppia da ca. una settimana di ipp ho ancora mal di gola e alcune volte di notte reflusso.

Ho fatto anche EGDS con biopise multiple (che ancora non ho)esito nella norma tranne incontinenza cardiale.

Mi devo preoccupare per questi esami fuori posto?
cosa possso fare?
mi piacerebbe smettere di prendere gli ipp e rifere gli esami, ma purtroppo e' impossibile dati i sintomi.
riscrivero' quando ho le biopsie.
grazie