Utente 312XXX
Buonasera Dottori,

Vi scrivo causa un dolore addominale lato destro e in corrispondenza dell'ombelico che sto avendo da piú di 2 settimane.
Cerco di essere piú specifico pur capendo la mia ignoranza in materia e l'incapacitá, causa internet, di poter usufruire di un consulto reale ma vivendo all'estero avrei bisogno di un parere.
Si verifica il piú delle volte dopo la defecazione o se magari ho mangiato un pó pesante. Incomincia come un fastidio in corrispondenza dell'ombellico che aumenta divenendo pungente ed irradiandosi sul lato destro in corrispondenza del fianco. Al tatto, provando a premere in diversi punti della zona, la sensazione é un dolore interno che si localizza molto al centro dell'ombellico e leggermente in basso a destra della zona, fino ad avere una sensazione di fastidio in corrispondenza del bacino vicino ai reni.
Se provo a fare pressione e a rilasciare violentemente non mi provoca alcun effetto rimbombo, cioé un irradiamento del dolore.
A volte questa situazione é accompagnata da leggero gonfiore del ventre che si attentua e scompare dopo una mezz'ora.
Ora premetto che in questo periodo sto facendo un pó di palestra e soprattutto molti addominali e che, vivendo all'estero, capita di ingerire cibi con alto contenuto di lipidi anche se cerco di avere un'alimentazione mediterranea e leggera.
Ho fatto le analisi del sangue circa 2 mesi fà senza alcun problema. Tutti i valori, emocromo, globuli bianchi, ecc... erano nella norma.
Essendo un tipo un pó ipocondriaco, ho provato a vedere qualche notizia su internet e sono rimasto un pó terrorizzato dato che per le sintomatologie descritte si parla di problemi "drammatici".
Considerando che fra 10gg devo scendere nel nostro Bel Paese e fermarmi per circa 1mese, mi consigliate di aspettare e farmi vedere in Italia o di parlarne quanto prima col mio medico qui in Olanda?
Altra domanda sempre se é possibile fare una diagnosi con le informazioni descritte. Di cosa potrebbe trattarsi?

Ringrazio in anticipo augorandoVi buona giornata.

Cordiali Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il disturbo che lamenta potrebbe essere di natura muscolo scheletrica. In alternativa potrebbe essere un sintomo irritativo colico. Non sembra in ogni caso ravvisarsi alcun segno di allarme.
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente 312XXX

Gentile Dott. Rossi,

La ringrazio vivamente per la Sua celere risposta. Cosa mi consiglia di fare? Sospendere l'attivitá ginnica e vedere se la sintomatologia persiste? Chiedere un consulto medico ed eventualmente una visita?

Cordiali Saluti.

[#3] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Se i disturbi non sono come sembra così intensi continui la sua attività normale e attenda di tornare in Italia .
Dr. Roberto Rossi

[#4] dopo  
Utente 312XXX

Gentile Dott. Rossi,

La ringrazio sentitamente per il consulto e Le auguro una buona serata.

Cordiali Saluti.