Utente
Buongiorno, descrivo la mia situazione. Sono una ragazza di 20 anni. Tempo fa ho iniziato a soffrire di stitichezza alternata a diarrea ma dato che era un periodo molto stressante il medico mi ha detto che dipendeva da questo. A distanza di mesi vi è ancora stitichezza e il medico ha prescritto analisi delle feci poiché noto che vi sono puntini bianchi al loro interno, come semi di sesamo non digeriti (è stato escluso che siano parassiti) e muco. Oltre a ciò si è presentata la sciatica con dolore lombare che è passato in circa una settimana e a me sembrava che dopo l' espulsione delle feci si attenuava questo dolore alla schiena. Poi sono ritornata dal medico perchè avvertivo sensazione di gonfiore appena mangiato,bruciore in mezzo alle scapole, dolore sotto la scapola sinistra e dolore a stomaco vuoto, al centro delle costole sotto lo sterno, che lui ha ricondotto a reflusso prescrivendo Pantoprazolo (premetto che non ho mai sofferto di problemi digestivi o altro). Dopo soli 4 giorni di assunzione il bruciore alla schiena è passato ma è comparso dolore alla schiena a livello dorsale, una striscia orizzontale altezza fine scapole. Ieri notte mi sono svegliata per un forte dolore in questa zona in un preciso punto, aderente alla colonna vertebrale a destra, e questo dolore aumentava se schiacciavo l' addome nello stesso punto, non so se mi sono spiegata, praticamente schiacciando l' addome in un punto preciso (sotto le costole, dal centro un po' spostato a destra) faceva male la schiena nello stesso punto. Sono andata in bagno e dopo aver defecato (feci un po' molli ma di aspetto normale) ed essermi liberata dai gas mi è passato. Oggi non ho più nessun dolore alla scapola e nemmeno dorsale ,quindi può essere stato meteorismo? Però è ricomparso dolore lombare! A causa dell' università la mia vita è diventata piuttosto sedentaria, prima praticavo sport ora no. Però vorrei capire se c'è qualche collegamento tra l' apparato digerente e questi mal si schiena che vanno e vengono. Il mio sospetto è che abbia l' intestino irritato anche perché è un periodo in cui sono un po' tesa ma non capisco come possono comparire e scomparire ed inoltre localizzarsi in punti diversi. Grazie

[#1]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
4% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2011
I suoi disturbi sono sicuramente di natura funzionale pertanto anche la componente ansiogena fa la sua parte pertanto la cosa che le posso consigliare è di stare serena rivolgersi ad un gastroenterologo che inquadri meglio i sintomi e quindi iniziare una terapia adeguata ed un'alimentazione sana ed equilibrata.
cordialmente
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org