Utente 952XXX
Salve, sono un ragazzo di 21 anni.
Tutto è iniziato un mese fa, da quando sono stato colpito da un virus gastrointestinale... Il 2 Dicembre sono finito in ospedale per vomito e diarrea incessante, dove mi hanno fatto 2 punture(che al momento nn ricordo.)
Il giorno dopo sono stato con 39 di febbre, ma questa è passata subito.
Nei giorni successivi ho preso sotto prescrizione del mio medico curante delle fiale di eterogermina(2 al giorno se non ricordo male) e Rifacol 200 mg compresse rivestite con film Rifaximina(sempre 2 volte al giorno)e ho mangiato pochissime cose, anche abbastanza leggere.
Solo che, sia durante, sia dopo la cura ho iniziato a sentirmi lo stomaco pesante, dopo ogni pasto.[premetto però che prima del virus io nn ho mai badato alla salute del mio stomaco, infatti mi nutrivo di tantissimi cibi non molto salutari...]
Come già detto, dopo il virus ho iniziato a sentire lo stomaco sempre pesante, dopo ogni pasto, con un leggero senso di nausea...
Tra la notte del 29 Dicembre e la notte del 30 Dicembre dopo un forte senso di nausea, ho vomitato, ma il mal di stomaco non è passato e sentivo sempre il senso di nausea, allorché ho deciso di andare in ospedale dove mi hanno fatto altre 2 punture(1 di plasil, l'altra non la ricordo).
Io a tutt'oggi sto mangiando poco e "in bianco" , ma ogni volta dopo aver mangiato qualcosa, sento lo stomaco pesante e un leggero senso di nausea.
Anche se questo che sto x scrivere nn è molto importante, mi sento di scriverlo.
Poco fa ho mangiato 2 biscotti ricchi di fibre, ma (come al solito) ho lo stomaco pesante e una leggera nausea.
Ora mi chiedo, come mai non riesco a guarire? Il virus è stato un campanello d'allarme? Riuscirò a tornare alla normalità? Devo ammettere che non avendo mai provato una sensazione così per tanto tempo, mi sto iniziando a preoccupare.
Attendo una risposta(spero positiva)
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Sembrerebbe tutto dovuto ad un paio di episodi di gastroenterite virale, come spesso accade in questo periodo. Pero' nel suo caso, se come lei dice la sensazione di nausea e pesantezza di stomaco persiste nonostante il passare dei giorni, e' probabile che debba sottoporsi a qualche accertamento aggiuntivo: si rivolga con fiducia al suo Medico di Famiglia, il quale le suggerira' probabilmente alcuni esami ematochimici e, se lo dovesse ritenere utile, anche un consulto da uno Specialista.
Cordiali saluti.
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente 952XXX

La ringrazio per la veloce risposta, ma ho da aggiungere alcune cose.
Sia ieri, che oggi(una volta ieri e una volta stamattina) ho avuto una scarica di diarrea.
Dopo le festività vedrò di rivolgermi al mio medico di famiglia; lei ritiene opportuna una "gastroscopia"?

ah, comunque in questi giorni sto mangiando leggero e "in bianco", però non ho preso ancora fermenti lattici.
Da stasera inizierò a bere anche Yogurt, dovrebbero aiutarmi a ristabilire un'eventuale flora batterica bassa...
se dovesse essere una gastroenterite virale, dovrei fare qualcosa io, oppure dovrei aspettare che passi da sola?

cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
La diarrea non fa che aumentare la probabilita' che si tratti di una forma benigna di gastroenterite, che come tale e' autolimitante. Lo Yogurt senz'altro potra' giovarle, cosi' come la dieta leggera. Rimane pero' il fatto che io non l'ho visitata, quindi posso solo fare delle ipotesi in base esclusivamente alla mia esperienza su altri pazienti.
La gastroscopia e' un'esame cosiddetto di secondo livello, particolarmente invasivo e non esente da rischi: la scelta di eseguirlo o meno dovra' essere valutata dallo Specialista che avra' l'opportunita' di visitarla, valutandone l'effettiva necessita' e illustrando le eventuali complicanze.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente 952XXX

grazie ancora, nei prossimi giorni le farò sapere cosa deciderà il mio medico di famiglia.
cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Ottima idea... Ma ricordi che e' sempre bene che sia lo Specialista a prescriverle la gastroscopia: senza nulla togliere al suo Medico di Famiglia, si tratta sempre di un esame di secondo livello, che per di piu' e' particolarmente invasivo.
Ci tenga informati. Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente 952XXX

salve, rieccomi qui.
Come già accennato nei VECCHI post, appena ho avuto un pò di tempo mi sono rivolto dal dottore di famiglia.
Data la mia preoccupazione per gli eventi accadutimi e per la perdita di peso(sono alto 1.85 circa e ad oggi peso sui 55 KG, mentre prima del virus(2 Dicembre) pesavo sui 58/59 KG)mi ha prescritto delle analisi del sangue specifiche(riguardanti lo stomaco), ma controllando tutti i risultati, non ha riscontrato nulla.
Successivamente mi ha sottoposto all'esame delle intolleranze alimentari, poichè qualche giorno prima del consulto(il 12 Febbraio) sono stato ancora male e ho vomitato la cena(come al solito è accaduto la sera, ma non riesco a spiegarmi il motivo.....)
L'esame delle intolleranze alimentari è risultato negativo, quindi ha pensato che i miei disturbi derivassero ancora dal virus e molto probabilmente il mio stomaco non si era ancora ripreso del tutto...
Al chè mi ha prescritto una cura da fare per un mese:

LANSOX 30 mg(compresse orodispersibili) ogni mattina a stomaco vuoto(almeno un'ora prima della colazione)[se per caso non faccio colazione, posso avere problemi?perchè è capitato alcune volte che non ho fatto colazione...]

Nux vomica-Hell(medicinale omeopatico) una compressa da sciogliere in bocca prima di pranzo

ed infine
Tonico-Injeel(medicinale omeopatico) una fila alle ore 18 a giorni alterni(Lunedì, Mercoledì e Venerdì)[queste fiale me le ha date perchè nell'ultimo periodo non riesco più a concentrarmi nello studio e rendo poco]

detto questo, aggiungo solo un'ultima cosa..
oggi, verso l'ora di pranzo ho avvertito dei forti dolori alla zona gastrointestinale(non so dire con precisione da dove provenissero i dolori) e andando in bagno, ho prima defecato in modo più o meno normale, poi dopo circa mezz'ora ho avuto una scarica di diarrea e dopo un'altra mezz'ora/un'ora al massimo, ne ho avuta un'altra....

ah,stavo quasi per dimenticare, ogni volta che ceno o mangio qualcosa la sera sento lo stomaco pesante, come se avessi dei problemi di digestione, poi dopo un bel pò di tempo passa tutto...

vi prego aiutatemi, sono mesi che va avanti questa storia, mi sto davvero preoccupando.
:'( con tutti i problemi dell'università, si doveva aggiungere anche questo :'(

sto pensando di fare una gastroscopia, eventualmente fare anche una rettoscopia(si chiama così???) per controllare anche la zona intestinale...
aspetto notizie,
cordiali saluti

[#7] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
per quanto sia potenzialmente lodevole il tentativo di terapia integrata prescritto dal suo medico curante, non ravviso la necessità, dalla storia da lei esposta, di associare al trattamento sintomatico con farmaci omeopatici-omotossicologici, la terapia con lansoprazolo.
Ritengo, come d'altra parte già segnalato dal collega che mi ha preceduto nelle risposte, che sia utile per lei sottoprsi a visita specialistica gastroenterologica in modo da valutare la necessità di indagini strumentali e/o un'impostazione della cura più aderente alle necessità cliniche.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#8] dopo  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Riguardo alla sua richiesta circa l'opportunita' di sottoporsi a gastroscopia mi permetto soltanto di aggiungere che gia' in gennaio le avevamo consigliato di consultare un Endoscopista, proprio al fine di valutare se essa possa essere utile o meno alla valutazione del suo caso. Lo stesso si potrebbe dire a proposito di una eventuale colonscopia.
Senza prima aver sentito il parere dello Specialista le perplessita' del dr. Scuotto sulla terapia che le hanno proposto sono assolutamente condivisibili.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com