Utente
Salve Dottore.
Circa 3 mesi fa ho fatto una gastroscopia con rispettiva biopsia.. Risultando un' Ernia iatale e positivo all' Helicobacter pylori.
Cosi sono andato da un gastroenterologo che mi ha prescritto il farmaco Pylera per appunto debellare l'Helicobacter.
E visto che sulla biopsia era indicato come livello di infezione "moderato" (quindi ne lieve e ne grave) il mio gastroenterologo ha ritenuto opportuno prescrivermi 9 pastiglie di PYlera al giorno, ossia 3 dopo colazione, 3 dopo pranzo e 3 dopo cena, + 2 gastro protettori. Questo per 10 giorni.

Il problema è che il farmaco pylera non si riesce a trovare nelle farmacie e non riescono neanche a farlo arrivare.. Quindi ho ricontattato il mio gastroenterologo tramite mail che m'ha dato degli antibiotici alternativi senza specificare il quantitativo. Cosi sono andato dal mio medico di base che ha praticamente gestito la situazione.

In pratica ora la cura prescritta è di 14 giorni in tutto. dove dovrei prendere: 2 pastiglie di "Amoxicillina 1gr" al giorno, una dopo colazione e una dopo cena, per i primi 7 giorni + rispettivi gastro protettori.
E negli ultimi 7 giorni rimanenti: 2 pastiglie di metronidazolo(FLAGYL) e 2 pastiglie di Claritromicina al giorno, ossia 4 pastiglie al giorno + rispettivi gastro protettori ..

Domanda: Visto che inizialmente la cura era a base di 9 pastiglie di pYlera al giorno per 10 giorni, con questa nuova cura vedo che ci sono decisamente meno pastiglie da assumere.. MI chiedo se l'effetto desiderato e la forza per debellare l'Helicobacter sia la stessa.

Chiedendo a voi, visto che ultimamente il mio attuale gastroenterologo non riesco piu a sentirlo. Credete che sia il caso di tornare dal medico di base, rendendogli presente questa storia e fargli aumentare il quantitativo di pastiglie (Amoxicillina, FLAGYL e Claritromicina ) da assumere, per essere cosi al pari con le 9 pastiglie di pYlera al giorno per 10 giorni ? Oppure dite che puo andare bene anche cosi ?

Grazie infinite per l'attenzione

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Guardi che:

Lo schema terapeutico del Pylera NON PUÒ ESSERE MODIFICATO!!!!!! Sempre 12bal giorno se ne devono assumere!!!

Come fa a paragonare farmaci diversi basandosi SOLO sul numero delle compresse??????
(È come dire che una bottiglia di vino è uguale ad una di birra anche se il vino ha un tasso alcolico più che doppio.)

Se non ci dice che dosaggio le hanno prescritto per la seconda terapia non le possiamo rispondere!

Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Certo capisco. Il dubbio m'è sorto perche il gastroenterologo m'ha dato la seconda terapia senza specificare le dosi, m'ha comunicato solo i giorni e il numero di pastiglie. Forse dava per scontato che il medico di base lo sapesse. Ma poi il medico di base m'ha chiesto le dosi e io non sapevo cosa dirgli. Cosi è andata. Ora per sicurezza ho ritenuto chiedere a voi direttamente visto che il mio gastroenterologo attualmente diciamo che è irraggiungibile.
E si mi scuso dottore nella domanda precedente mi sono completamente dimenticato di dirle il dosaggio prescritto della seconda terapia..

Le scrivo quello che leggo sulle scatole:
- Amoxicillina 1g, 12 compresse
- flagyl 250 Mg, n.20compresse
- Claritromicina 500 Mg n.14 compresse rivestite con film

ricapitolando in questi 14 giorni.
- la prima settimana 2 pastiglie di "Amoxicillina 1g" al giorno
- E nella seconda settimana: 2 pastiglie di metronidazolo(FLAGYL) e 2 pastiglie di Claritromicina al giorno.

Grazie in anticipo!!

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Può andar bene.
Ricordi di fare un urea breath test per verificare se l'eradicazione è avvenuta (un paio di mesi dopo aver terminato la terapia).
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Perfetto grazie Dottore.. Le chiedevo un ultima domanda.. Finita la terapia il gastroenterologo m' ha detto di fare anche l' esame per vedere appunto se era ancora presente l'helicobacter..
Il nome preciso di questo esame non lo ricordo, se ben ricordo si faceva direttamente in bocca. Anche per questo dovrei vedere con il medico di base per vedere in quale ospedale è possibile farlo.. In alternativa credo che sarei costretto a fare una seconda gastroscopia con biopsia credo, se non esistono altri esami...
Ogni caso la domanda è, finita la terapia, quale esame mi consiglia di fare e quanto bisogna aspettare prima di fare l' esame per vedere se è ancora presente l'helicobacter ? anche subito o sarebbe meglio fare correre qualche settimana ?

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ovviamente NON ha letto la mia precedente risposta!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
aaaa ok .. non avevo aggiornato ancora la pagina, non l'avevo vista...
Grazie mille dottore !