Helicobacter pyroli: dopo la cura i sintomi persistono

Salve dottore,
durante gli ultimi 3 mesi del 2019 ho avuto grandi problemi allo stomaco (stipsi, gonfiore, fitte, senso di sbandamento) e dopo vari controlli era saltato fuori che ero positivo all'Helicobacter pyroli.
Quindi il mio medico mi ha fatto seguire questa cura:
5 giorni di Lansoprazolo e Amoxicillina (2 volte al giorno)
5 giorni di Lansoprazolo, Claritromicina e Trimonase (2 volte al giorno)
Il 19 gennaio ho finito la cura ma i sintomi persistono.
Soprattutto il gonfiore, addome spesso duro e tanta aria.
Il mio dottore mi ha consigliato di prendere lansoprazolo per un mesetto ancora e una farmacista mi ha consigliato di assumere anche Symbiolact (quest'ultimo lo prendo da circa 7 giorni).

Per una settimana ho anche assunto il simeticone dompé, ma poco è cambiato.

Tutt'ora mi sento terribilmente gonfio e per me è un grosso problema studiando canto.

Volevo sapere se sia normale avere ancora questi sintomi, mi è stato detto che comunque può volerci del tempo.
Le fitte ormai sono passate, i capogiri idem... L'andare in bagno ha ancora alti e bassi, ma sicuramente meglio rispetto a prima.
Come funziona per questa aerofagia?
Che spesso mi crea pure fastidio nella respirazione (non solo nello studio).


Grazie in antcipo
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,7k 2,1k 87
Evidentemente il problema non era l'helicobacter. Forse delle intolleranze alimentari e/o una disbiosi intestinale.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio