Utente
Salve,
ho 36 anni e da qualche mese un problema che mi sta creando non poca agitazione.
Premetto di essere una persona abbastanza ansiosa e soprattutto spaventata a morte dalle visite mediche e dagli esiti nefasti che ne potrebbero conseguire... Avverto una grande quantità d'aria a livello dello stomaco con frequenti eruttazioni e sensazione di pesantezza.
In queste condizioni mi capita di avere spesso extrasistole e molto di frequenta anche singhiozzo... Stamattina ho avuto un improvviso mal di pancia e questa sensazione di tonfo al petto, forte una sola volta, seguita da alcune extrasistole più o meno ogni dieci quindici minuti... Volevo sapere se l'aria nello stomaco ed eventuale reflusso determina la comparsa di extrasistole o potrebbe esserci un problema cardiaco...Sono molto spaventata, leggo che spesso sono fenomeni benigni ma potrebbero anche dipendere da patologie coronariche.
Devo fare un elettrocardiogramma?
la sola idea mi terrorizza.

Grazie

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sì, la presenza di aria nello stomaco può essere causa di extrasistoli isolate ( come le sue ) anche con un cuore normale. Non deve avere paura di eseguire degli accertamenti diagnostici. Un elettrocardiogramma può essere utile per lei : la sua ( presumo ) normalità le permetterà di vivere più tranquilla. Nel frattempo, si faccia prescrivere uno dei tanti preparati per migliorare la sua digestione.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per la solerte risposta.
In ogni caso è un periodo che sto soffrendo di fenomeni come aria nello stomaco, dolori a livello addominale che spesso si manifestano come delle vere e proprie coliche,avendo difficoltà ad espellere la suddetta aria.. Il mio medico di base ipotizzò una sindrome da colon irritabile, della quale tuttavia non avevo mai sofferto prima e mi consigliò una tisana al finocchio. L'extrasistolia si manifesta generalmente quando avverto questa sensazione di gonfiore di stomaco e aria e in situazioni in cui la zona addominale è compressa. Raramente mi capita quando sto in piedi per intenderci, generalmente quando sono seduta e più di frequente quando sono semi sdraiata sul fianco sinistro.
La cosa mi spaventa un pò perchè sono disturbi che si stanno presentando da qualche mese a questa parte ,da diversi anni soffro invece di sensazione di stomaco vuoto e bruciore che non si attenua completamente mangiando.
Probabile che siano dovuti a un cambio delle abitudini alimentari perchè per via del lavoro che svolgo, mi ritrovo a mangiare in fretta, al volo e in piedi.. Razionalmente penso che il tutto dipenda da questo ma poi quando si presentano alcuni episodi mi spavento molto e inizio a pensare di avere qualcosa di serio che non va..

[#3] dopo  
Utente
Salve dottore, in effetti il problema mi sembra di natura addominale perchè è un pò di tempo a questa parte che ho una quantità considerevole di aria a livello dello stomaco.. Conseguentemente a questo problema a volte si verificano le extrasistole. In ogni caso volevo chiederle da che cosa possa dipendere questa quantità d'aria.. Mi causa molto disagio, in primis questa necessità di eruttare continuamente per avere un pò di sollievo,ma anche una sensazione terribile di pesantezza a livello gastrico ma anche prima dei pasti. Crede che potrebbe essere un problema di natura ansiosa perchè forse tendo ad ingoiare più aria del dovuto non accorgendomene ?? Penso che mercoledi mi recherò dal medico di base.. Esiste qualche farmaco per alleviare questi sintomi?
Grazie