Utente
Buongiorno, sono una donna di 42 anni con dolori allo stomaco e all'addome ora mai da anni, purtroppo nell'ultimo mese i dolori allo stomaco sono aumentati molto con dolore alla schiena e al fianco destro superiore che non avevo mai avuto.

Assumo da circa 10 anni inibitori di pompa, per quasi 10 anni ho usato il pariet prima da 20 mg poi da 10 mg ma non avendo molti benefici, il medico mi ha prescritto il lansopranzolo da 15mg, ora visti i dolori forti allo stomaco e schiena sto assumendo 30mg più biochetasi e levopraid, ma non sembra migliorare.

Ho effettuato gastroscopia con biopsie in data 26 febbraio 2020 con il seguente esito:
Esplorazione fino a 3D.

Esofago regolare.
Linea Z regolare.
Cardias beante.

Stomaco con mucosa sottile, evidente disegno vasale, come per gastrite atrofica, e alcune erosioni puntiformi in sede antrale.
Pliche normodistensibili.
Lago mucoso limpido.
Piloro pervio.
Duodeno macroscopicamente indenne.

Praticate biopsie nel fondo corpo e antro gastrico più duodeno D2 e D3.

Dopo eseguito l'esame ho avuto forte mal di gola e dopo qualche ora fortissimo dolore allo stomaco che perdura ora mai da due giorni, mentre il dolore alla gola è calmato.

Vorrei capire cosa si riferisce l'esito?
e si può guarire?
ho visto che le cure per gastrite atrofica e erosioni sono gli inibitori di pompa, ma io già gli assumo da molti anni!
Sono andata oggi dal gastroenterologo ma mi ha detto di prendere il gaviscon anche se gli ho riferito che tempo fa lo assumevo tutti i giorni senza alcun beneficio e allora mi ha detto di attendere l'esito delle biopsie, che purtroppo ci vorrà un mese.

Ringrazio anticipatamente a chi potrà aiutarmi.

saluti

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
E' vero. L' eventuale modifica della terapia potrà essere fatto quando sapremo l' esito dell ' esame istologico. Un mese mi sembra eccessivo per avere un esame istologico, ma deve avere pazienza
Prof. alberto tittobello

[#2]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Dalla gastrite atrofica non si guarisce, ma deve attendere l'esito per sapere realmente com'è la mucosa.

Gli antisecretivi potrebbero non funzionare in lei e per saperlo dovrà eseguire la gastrinemia (.prelievo di sangue) sotto terapia con un IPP


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#3] dopo  
Utente
grazie per le risposte, farò questo esame e aspetterò l'esito dell'istologico. Ma se non funzionano gli IPP come si può curare la gastrite atrofica? anche se non si guarisce spero ci sia un modo per non dover soffrire così ogni giorno. Oltre questo sono predisposta per il tumore allo stomaco? chiedo questo perchè mio zio è morto di tumore allo stomaco.

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Stiamo discutendo senza esame istologico.

Attendiamo, poi ne parliamo.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente
Buongiorno, sono di nuovo qui a scrivere in quanto oggi ho ritirato il referto delle biopsie della gastroduedoscopia, la mia situazione si è aggravata con altra perdita di peso grave cachessia e a differenza di prima non ho più appetito e mi devo sforzare a mangiare.
riporto qui l'esito:
1) Biopsie duodeno
2) biopsie del fondo gastrico
3) biopsie corpo gastrico
4) biopsie dell'antro gastrico

1) N.6 frammenti bioptici C.I.2

1) Frammenti di mucosa di intestino tenue, mostrano villi normoconformati, con brush border presente. Non evidenza di linfocitosi intraepiteliare. Nella lamina propria tenue incremento della cellularità infiammatoria linfoplasmaccelulare con focale iperplasia delle cripte.

2)Frammenti di mucosa gastrica ossintica di architettura generale conservata.Lamina propria normocellulata. Non evidenza di atrofia ghiandolare ne di metaplasia intestinale. ricerca Helicobacter pylori negativa.

3) Frammenti di mucosa gastrica asintica di architettura generale conservata, con multiple erosioni stravasi ematici sottoepiteliali. Note di flogosi cronica superficiale nella lamina propria. Non evidenza di atrofia ghiandolare ne di metaplasia intestinale.ricerca Helicobacter pylori negativa.

4) un framento di mucosa gastrica superficiale, due frammenti di mucosa gastrica antrale con iperplasia foveolare florida villiforme, focalmente erosi. Nella lamina propria blando assudato infiammatorio linfoplasmacellulare ed ectasia dei capillari ematici sottoepiteliari.Non evidenza di metaplasia intestinale. Focale atrofia ghiandolare. Un framentino di mucosa grastrica ossintica nella norma. Helicobacter pylori negativa.

Vorrei capire se c'è il sospetto di una celiachia, anche se i villi sono normali ma con iperplasia?
vorrei sapere come si può curare questa gastrite atrofica con erosioni? assumo già da anni inibitori di pompa e faccio una dieta senza assumere cibi acidi e non bevo non fumo.
vi ringrazio se potete aiutarmi.

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Nessuna celiachia e la gastrite atrofica non ha cura. Fa parte "dell'invecchiamento" naturale della mucosa. Deve solo seguire una corretta alimentazione ed assumere farmaci sulla base della sua sintomatologia


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente
Buonasera, la ringrazio per la risposta, ma non penso sia dovuto all'invecchiamento naturale, ho dei dolori terribili che non riesco neppure a dormire e anche i farmaci antidolorifici non funzionano oltre che non posso prenderli a vita. Non assimilo nulla sono scesa a 32 chili e non penso che sia un peso normale a 42 anni con un altezza di 156 cm. Ho l'osteoporosi da 20 anni e non si sa la causa.

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ribadisco. Invecchia la nostra pelle e invecchia la nostra mucosa. È normale alla sua età una lieve gastrite atrofica. Questo indipendentemente dal resto della sintomatologia (non legata alla lieve gastrite atrofica)
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente
Buonasera, la ringrazio per la risposta, lasciando perdere la gastrite vorrei approfondire il discorso della celiachia, come mai è da escludere? ho letto sui portali ufficiali della celiachia che senza la conta dei linfociti l'esame istologico è incompleto, e la celiachia ci può essere ache senza atrofia o riduzione dei villi, nel mio caso la conta dei linfociti non è stata effettuata e inoltre risulta questo : Nella lamina propria tenue incremento della cellularità infiammatoria linfoplasmaccelulare con focale iperplasia delle cripte.
Mi scusi se insisto ma non riesco a capire cosa possa essere dovuto il malassorbimento visto che stato escluso morbo di crhon e fibrosi cistica. Se non sono queste 3 patologie cosa altro posso indagare? Mi è stato prescritto anche normix ma senza risultato.