Dolore sterno e addome

Buongiorno,
mi scuso in anticipo per l'eventuale lunghezza del testo.

A fine marzo, a seguito di una tosse grassa, il mio medico di base mi ha prescritto una terapia di 10 giorni a base di Fluimucil (1 compressa al giorno).
Due giorni prima della fine dell'assunzione del farmaco e il giorno successivo (sabato 4 e domenica 5 maggio) ho avvertito dei dolori, non molto intensi, alla zona centrale dello sterno.
Lunedì ho ricontattato il medico per sapere, non essendo ancora scomparsa del tutto la tosse, se proseguire col farmaco e ho segnalato il fastidio.
Il medico mi ha detto che, se il fastidio era cessato potevo non preoccuparmi, e mi ha consigliato di prendere il farmaco ancora per qualche giorno (ho continuato per altri due giorni).
Da martedì a sabato mi ho avvertito dei dolori e un senso di tensione nella zona subito inferiore alle costole e un senso di nausea.
I sintomi sono cessati verso domenica ma ieri notte, dopo una risata ho avvertito una fitta allo sterno, il dolore è cessato dopo pochi istanti.
Oggi non ho avvertito fastidi.

Quale può essere la causa?
Devo ricontattare il medico?

Arrivederci e grazie per l'attenzione.
[#1]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4,6k 220
Presumo che, nel momento in cui le rispondo. lei stia già bene. Quell 'ultimo fastidio che descrive non sembra essere dovuto all' apparato respiratorio, ma piuttosto dalle strutture della parete del torace, forse dai nervi intercostali. Se non è così, ce lo dica pure.

Prof. alberto tittobello

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio