Utente
In seguito ad un rapporto non protetto con la mia ragazza (la quale era nei primi giorni di ciclo, quindi con alcune macchie di sangue) ho avvertito bruciore sul glande.
Ho sentito così il mio urologo di fiducia che mi ha detto di prendere il diflucan 100mg per 10 giorni, e così ho iniziato a fare.


Sicome la mia ragazza è spesso soggetta ad avere cistiti, nel corso dell'ultimo anno ha fatto diversi tamponi dal quale è risultato avere solo Escherichia Coli (che cura con profilassi di integratori, e nei casi di cistiti con antiibiotici).

Per escluldere che tramite rapporto non protetto avessi preso anche io l'Escerichia C.
, ho effettuato delle analisi del sangue con urinocultura.


Tengo a precisare che le analisi le ho eseguite mentre ero sotto terapia con diflucan, per la precisione avevo preso 3 compresse da 100mg l'una.


Allora, nelle analisi i valori alterati o importanti da segnalare sono i seguenti:

PH 6
Peso specifico 1.
025
Proteine 15 mg/dl
Chetoni 15 mg/dl
Urobilinogeno 0, 2 mg/dl

Esame microscopico: alcune cellule

Urinocoltura: negativa

Ora, ho inviato le mie analisi al mio urologo il quale mi ha detto di avere l'uretrite e di andare a visita venerdì, e contestualmente continuare la terapia con diflucan per arrivare ai 10 giorni (con oggi l'ho assunto per 5 volte).


Purtroppo, e non so per quale strano motivo, sulle analisi non sono riportati i valori di riferimento.


A quanto ho capito l'uretrite è stata possibile diagnosticarla dal bruciore che sento al glande e dalle proteine che non dovrebbero esserci nelle urine.


La cosa che però mi preoccupa sono i Chetoni e l'Urobilinogeno, anch'essi non dovrebbero esserci.


Ho letto che la loro presenza può indicare danni al fegato, il che mi fa molta paura, anche e soprattutto se penso che il diflucan ha proprio come effetti collaterai i danni al fegato.


La mia domanda è: mi devo preoccupare?
E' stato il diflucan a sballarmi i valori dei Chetoni soprattutto?
Posso finire la terapia con il diflucan (mi mancano altri 5 giorni)?
Posso assumere antibiotici per l'uretrite?
(credo che gli antibitioci me li prescriverà l'urologo venerdì a visita).


So benissimo che queste domande le debbo fare al mio urologo, e le farò, però vorrei anche un vostro parere, alla luce di quanto vi ho esposto, che è comunque lo stesso che ho esposto al mio medico.


Grazie mille per la gentila attenzione.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Il suo medico le aveva dato - secondo me correttamente - quel farmaco nell ' ipotesi che potrebbe esserci la contaminazione da parte di un fungo. Che però non è risultato nell ' analisi. Non si preoccupi di quei risultati : il fegato non c' entra. Non bisogna andare a leggere gli argomenti sul web. Sono devianti. Non credo che l' urologo rileverà patologie importanti. Mi dirà.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Grazie Dottore per la puntuale risposta, la aggiorno dato che sono tornato dalla visita (anche se temo di essere nella sezione sbagliata).

Allora, non mi ha trovato nulla di anormale dopo avermi visitato, e dato che i miei sintomi non sono particolarmente importanti, lamento solo bruciore lieve, peraltro non alla minzione, mi ha consigliato di finire il diflucan ed arrivare a 10gg e, contestualmente, bere molta acqua, possibilmente con un ph basso, acido, e di farmi qualche sprumeta di limone.

Immaginavo mi desse qualche antibiotico, però non lo ha ritenuto opportuno dato che non lamento secrezioni particolari.

Spero che la terapia di completare i 10gg con il diflucan sia corretta. Lei cosa ne pensa, Doc?

Aggiungo: per l'urobilinogeno mi ha detto di essere nomale, mentre per i Chetoni mi ha detto che dipende da ciò che mangio, ma comunque nulla di preoccupante. Non mi ha menzionato il fegato quindi credo tutto ok, così come del resto mi aveva già rassicurato Lei :)

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sì, stiamo dicendo le stesse cose. Non ci pensi più agli esami di laboratorio; vediamo come starà tra 10 giorni.
Prof. alberto tittobello