Utente
da circa 10 giorni la quantita' materiale della mia evacuazione giornaliera è molto scarsa.
lo stimolo è molto lieve e nel momento accompagnato da flatulenza, dura pochi secondi, ma poi lo stimolo spesso scompare appena entro nel bagno.
Da 10 giorni prendo 1 bustina di movicol alla sera, con lo scarso risultato di poche feci molli.
Suppongo che in resto delle feci si accumuli nell'intestino e che ora mi manchi la peristalsi.
Ho lamentato questo problema nel gennaio 2020, poi risoltosi dopo clisma opaco e colonscopia.
Non fu rilevata alcuna malformazione o ostruzione, ma fu rilevata "una toilette del colon e dell'intestiono decisamente precaria".
Chiedo quali potrebbero essere le cause di questo disturbo e come poterlo risolvere o evitare che si ripresenti in futuro, se ora sarebbe utile un idrolavaggio dell'intestino o un rinnovo della flora batterica intestinale, o se questo attuale disturbo potrebbe avere un collegamento con altre malattie NON svelate dall'esame del sangue e delle urine e a me ora non note.
Da qualche mese lamento un saltuario leggero tremolio a una mano.
Alimentazione variata, con molte verdure dell'orto, legumi, ecc.
Attivita' fisica quotidiana con lavori manuali agricoli.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Il clisma opaco e la colonscopia normali ci lasciano tranquilli sulla mancanza di patologie importanti. Sì, è possibile che la peristalsi sia un po' rallentata con l' età, però sembra di capire che comunque quel suo intestino , bene o male, funziona tutti i giorni, questo è importante. Continui con l' assunzione di abbondanti fibre ( eventualmente aggiunga prodotti integrali, con crusca). Per stimolare la peristalsi, può chiedere al suo medico cosa ne pensa di provare un nuovo farmaco, che si chiama linaclotide.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
la ringrazio. seguirò i suoi consigli, ma mi permetta qualche ulteriore domanda:
1-sento parlare di idrolavaggio intestinale. Lei cosa ne pensa? Rischi? 2- mi informero' sul farmaco da lei citato, ma non si potrebbe ripristinare la peristalsi con mezzi naturali, con probiotici, rinnovando la flora intestinale, ecc? Carenza di peristalsi e stimolo carente che scompare sono due aspetti identici? Si tratta di una involuzione irreversibile o reversibile? 3-per ripulire l'intestino cosa ne pensa di un digiuno rigido di più' giorni, a base di brodi, tisane, succhi freschi, oppure solo frutta fresca, oppure digiuno totale, bevendo solo acqua? Impegnandomi dovrei trovare la forza per praticarlo..

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
L' idrolavaggio è utile e non ha rischi, ma l' effetto non è duraturo. I probiotici vanno sempre bene, ma non agiscono sulla peristalsi. Alla domanda N. 3 rispondo di no : quelle cose non servono.
Prof. alberto tittobello