Utente
Buongiorno,

da ormai 4 mesi vivo costantemente con la nausea, che a volte diventa talmente forte da impedirmi di mangiare.
Da tanto tempo soffro di problemi nel digerire, gonfiore addominale, senso di pienezza, bruciore e acidità di stomaco.


Verso la metà di ottobre ho scoperto di avere l'Helicobacter Pylori, curato con terapia sequenziale (finita il 02/11).


Ieri (01/12) ho effettuato esame per ricerca antigeni HP nelle feci, a cui sono risultato negativo.


Sebbene i sintomi citati sopra siano migliorati, continuo comunque a stare male.

Uno dei medici che ho consultato mi ha consigliato di prendere 1 cp/die di Pantoprazolo da 40mg.
Il medico che mi ha trovato l'HP, mi ha detto semplicemente che se i sintomi persistono dovrò fare una gastroscopia.


Il 12/12 ho un appuntamento con un'altro gastroenterologo, ma non posso più sopportare questi sintomi e vorrei fare qualcosa già da ora.


Secondo voi che cosa dovrei fare?
Posso partire con la terapia col Pantoprazolo?

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sì, certo, incominci pure quel tipo di terapia.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno, ho iniziato la terapia con Pantoprazolo e ho da subito avuto degli effetti che io penso essere collaterali del medicinale.
Infatti, è da quando l'ho preso la prima volta che soffro di giramenti di testa, sonnolenza e soprattutto la nausea è aumentata di molto.

Purtroppo è ormai il fine settimana e non mi potrò rivolgere al mio medico.

È plausibile che sia colpa del Pantoprazolo? Che cosa potrei fare?

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Qualunque farmaco può avere un effetto collaterale non previsto, ma un disturbo come lei lo descrive, provocato da quel farmaco, non l' ho mai riscontrato.
Prof. alberto tittobello