Riso e altri cereali a chicco indigeriti nelle feci

Buongiorno,
Scrivo perché, ormai da qualche mese, mi capita di osservare come alcuni cibi (in particolare riso integrale o poco cotto, amaranto e quinoa) non vengono scomposti nel mio intestino, ed escono quasi completamente intatti nelle feci.

Esattamente un anno fa mi sono sottoposta ad una colonscopia, a seguito di un episodio di mucorrea senza feci ma con tracce di sangue.
La visita non portò a nessuna evidenza patologica, per cui il medico concluse fosse colon irritabile.

A parte qualche episodio di muco (poco) nelle feci, non ho avuto altri problemi intestinali si sono pressoché risolti durante tutto il lockdown.

Senonché qualche mese dopo, dopo una diagnosi di ipotiroidismo, ho deciso di diminuire drasticamente glutine e latte.
Il mio alveo fecale è decisamente migliorato (anche se prima non accusavo particolari problemi, a parte l'episodio isolato di mucorrea di gennaio e ogni tanto feci un po' molli e gonfiore addominale).

L'unica cosa di cui mi sono accorta è che, da quando ho iniziato a mangiare di più cereali senza glutine in chicchi (quinoa, riso e amaranto), questi vengono espulsi praticamente intatti nelle feci.
Mi è capitato anche di dover correre ad espellere grandi quantità di feci (formate ma abbastanza soffici) proprio il giorno dopo al pasto incriminato, come se il mio corpo volesse espellere tutti quei semi...

Il mio curante mi ha prescritto analisi del sangue per valutare una possibile sensibilità al glutine, nonché indagini per Helicobacter.
Oltre a questo sintomo, ho spesso gonfiore e tensione addominale.

Sono sulla strada diagnostica giusta per interpretare i miei sintomi?
Dovrei provare a fare il test per altre intolleranze?

Ringrazio
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 22,9k 904 12
Per fare i test per la celiachia, deve assumere il glutine altrimenti il risultato sarà falsato.
Trovare residui alimentari riconoscibili nelle feci è esclusivamente indice di masticazione frettolosa ed incompleta.
Cordiali saluti.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore per la risposta.
Aumenterò il consumo di glutine nei giorni precedenti al prelievo (che comunque non ho eliminato del tutto).
Sulla masticazione, non l'avevo mai presa in considerazione. Proverò a migliorare anche quello.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa