Utente 190XXX
Gentili dottori, sono una ragazza di 24 anni e da circa 2 settimane ho dei bruciori continui nella parte superiore sinistra dell'addome. Questi bruciori iniziano sin dal mattino e durano tutto il giorno, non noto grandi differenze tra stomaco vuoto e pieno, il bruciore è localizzato in corrispondenza della costola sinistra,si irradia al di sotto di essa nella parte esterna (verso la schiena,per intenderci), ma raramente questo bruciore scompare per trasferirsi al centro tra i seni, insomma più o meno verso la bocca dello stomaco. Da una settimana sono in cura con 3 pasticche di RIOPAN al giorno, ma non vedo miglioramenti (il medico generico ha ipotizzato una gastrite). Io non fumo,non bevo alcolici nè caffè,mi sembra di digerire bene (tranne raramente, in cui avverto un senso di nausea). Stamattina ho visto una macchiolina rossa sulle feci,non so se potesse trattarsi di sangue (?), in genere svuoto l'intestino in modo abbastanza regolare, quasi tutti i giorni,una volta al giorno, qualche volta trovo un po' di muco sulle feci, quest'ultime hanno un colorito normale,non scuro, anzi forse un po' più chiaro del solito. Sono un po' preoccupata per questa ipotetica macchiolina di sangue... mio padre ha sofferto di ulcera duodenale e non so se potrei avere anche io "ereditato" una predisposizione..il bruciore non è forte,ma persiste tutto il giorno..cosa mi consigliate di fare?grazie

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Cara utente ,dalla sintomatologia descritta,non parlerei di gastrite ,il suo dolore è continuo, non si modifica con l' alimentazione ,nelle gastriti e gastroduodeniti il dolore varia con l'alimentazione.L'insuccesso della terapia con RIOPAN serve a convalidare il sospetto.Una colopatia funzionale potrebbe dare la sintomatologia descritta e presentarsi con emissione di feci con presenza di muco, per le "ipotetiche macchioline di sangue "bisogna ulteriormente indagare.Le consiglio una visita coloproctologica per poter programmare ulteriori indagini a conferma e per escludere altre patologie.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Pur condividendo l'opinione del Collega D'Oriano, non circoscriverei il campo delle ipotesi al solo settore digestivo. (Digestione regolare, alvo normale). Tutto sommato questa emissione di sangue è piuttosto dubbia e va verificata (ha assunto antidolorifici-antiinfiammatori ?). L'irradiazione del dolore d'altra parte potrebbe essere sugestiva anche di una irradiazione di tipo nevritico. Ovviamente sono solo impressioni a distanza e vanno rapportate con altra eventuale sintomatologia e verificate con un esame clinico accurato.
Lucio Piscitelli
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#3]  
Dr. Giovanni Piazza

28% attività
0% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
Le chiedo se questo "BRUCIORE" e non dolore si può con certezza assumere posto TRA LE COSTOLE e se è presente una qualche manifestazione cutanea quale rossore e o bolle.Inoltre ha mai sofferto di Herpes (Labbro)?
Cordialmente Dr.Giovanni Piazza
Dr. Giovanni Piazza
Chirurgo Oncologo
www.Gruppopalermomedica.blogspot.com
www.drgiovannipiazza.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente 190XXX

Cari Dottori, vi ringrazio tutti per le rapide risposte. Cercherò di fornire qualche altro dettaglio: non ho mai sofferto di Herpes e non ho manifestazioni cutanee in questo periodo, tuttavia il bruciore è sicuramente localizzato sotto la costola sinistra, nella parte terminale di essa, e si estende (quando è più accentuato) anche dietro la schiena. Stamani ho deciso di provare a non fare colazione e a stare a digiuno per vedere se la situazione cambia,ma per il momento già avverto il solito fastidio. Non assumo alcun farmaco (solo la pillola anticoncezionale). Secondo voi potrei escludere a priori una patologia dello stomaco, ad esempio un'ulcera, ed orientarmi verso un tipo di analisi completamente diverso? Ho dimenticato di specificare nel primo messaggio che questi fastidi sono iniziati poco dopo le vacanze, in rientro dall'Egitto (notoriamente lì l'acqua del ribinetto è contaminata e ci si ammala facilmente di dissenteria), pur essendo stata molto attenta a bere solo acqua in bottiglia (e infatti non ho avuto problemi di dissenteria né durante il soggiorno né al ritorno), mi chiedevo se potessi aver contratto l'infezione da helicobacter pilori proprio in quelle circostanze. Grazie ancora.

[#5]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Ripeto che non mi convince questa ostinazione a cercare per forza una "causa gastroenterica" ai Suoi disturbi. La sintomatologia non indirizza in tal senso, nè riferisce altri segni compatibili. Insisto sul fatto che una ipotesi diagnostica deve essere preceduta da una ANAMNESI e da una VISITA accurate.
Lucio Piscitelli
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#6]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Concordo in pieno con il collega Piscitelli.Una accurata anamnesi ed un esame clinico sono indispensabili per la diagnosi,altrimenti rimaniamo sempre nel campo delle ipotesi.Saluti dott:Giuseppe D'Oriano
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com