Utente 188XXX
salve.
sono una. mamma di 23 anni è ho un bambino di 4anni è la settimana scorza mi hanno detto que probabilmente ha
anemia mediterranea avrei bisognoo di capire un po di più visto che il medico mi ha detto ke il bambino a i globuli rossi bassi è molto piccoli.. gli ha fatto fare un analisi in più pero non mi ha detto altro, questo e pericoloso, comporta cualque rischio, dobrei preocuparmi, c'è cura, deve seguire una certa alimentazione, sono un po in pensiero.. devo farlo visitare da qualque specialista, o deve fare cualque analisi apecifica, perche mi sembra di aver sentito il medico dire che l'esame del sangue che gli ha fatto fare era per vedere la ferratina che non so cosa sia..
Queste sono le analisi che gli hanno fatto dove il medico mi ha detto di questa anemia vi scribo cosi magari riesce a dirme cualcosa in più...
leucociti 11,7
eritrociti 4,27
emoglobina 11,1
ematocrito 32,9
volume globlare medio 76,9
contenuto medio emoglobina 25,9
concentrazione media emoglobina 33,7
rdw 13,8
piastrine 224
volume piastrinico medio 7,5

cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Curciarello

24% attività
0% attualità
0% socialità
FIRENZE (FI)
BAGNO A RIPOLI (FI)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2005
Dalle analisi viste (globuli rossi non alti ed MCV quasi normale) non sembrerebbe trattarsi di un trait beta talassemico ( "anemia mediterranea").
Intanto il tratto talassemico si eredita e uno dei genitori dovrebbe averlo. La diagnosi poi si fa eseguendo l'emocromo e l'elettroforesi dell'emoglobina che rigorosamente andrà fatta solo dopo l'eventuale correzione di una carenza di ferro ( va quindi eseguita sideremia, transferrina insatura e ferritina).
Io farei fare , più che al bambino, le analisi ai genitori e , solo se fosse presente il trait beta talassemico in uno dei 2 , allora farei fare ( dopo lo studio del ferro) l'elettroforesi al bambino.
Trattandosi in ogni caso di un Trait talassemico e non di una Talassemia maior non c'è fretta e non andrei assolutamente in panico.
Fate emocromo e ferritina voi genitori, e fatemi sapere.
Saluti
dott. Giuseppe Curciarello