Utente 262XXX
Buongiorno.
Vi scrivo perchè sono disperata: da 6 mesi che in casa nessuno dorme in quanto mio padre, allettato, con depressione, malattie neurologiche, respiratorie, cardiologiche e nefrologiche, da' urla pazzesche di notte.
Non siamo più in grado di sostenere la stuazione anche perchè mia madre si sta riprendendo da una convalescenza di 3 mesi di ospedale (3 interventi al colon in una settimana + 1 settimana di rianimazione) e quindi anche lei richiede assistenza continua.
Siamo talmente disperati da volerlo mettere in una casa di cura, ma sono tutte a pagamento, lui è un pensionato al minimo e non possiamo permettercelo.
Possibile che non esiste la possibilità di farlo seguire in una struttura sanitaria? Lui ha bisogno di personale sanitario che lo segue, i familiari possono dare sostegno morale, non una professionalità in ambito sanitario che richiede anni di studio e di esperienza!
Vi prego, aiutatemi, grazie in anticipo, Rosanna

[#1] dopo  
Dr. Salvatore Bartolotta

24% attività
0% attualità
12% socialità
CALTANISSETTA (CL)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile Signora dovrebbe confrontarsi con il suo medico di famiglia per valutare il ricovero in una struttura protetta ( RSA , Lungodegenza ) sicuramente nel Suo territorio saranno presenti strutture convenzionate .

Di solito è previsto anche il cosiddetto "ricovero per sollievo familiare" della durata di 2-3 mesi.

Inoltre sarebbe opportuno valutare il paziente globalmente per identificare la fonte del disagio ( e quindi delle urla) , inoltre in questi casi potrebbe essere opportuno il ricorso a farmaci anti-psicotici ( compatibilmente con il quadro di salute e le eventuali controindicazioni).

Cordiali saluti

Dr. Salvatore Bartolotta