Utente 385XXX
Buon giorno mio padre ha 91 anni da qualche mese non fà altro che dormire a stenti sta sveglio quando mangia o nelle funzioni fisiologiche.da cosa dipende?A quale specilista del posto mi devo rivolgere?é vero che dormire troppo può danneggiare il cuore e aumentare il diabete? Nel frattempo che consulti lo specialista cosa posso fare?
Scusate le molte domande e mille grazie per le risposte

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
nell'anziano i disturbi del sonno che possono essere causati da molti fattori come alterazioni cognitive, il ritiro o le modificazioni delle attività sociali, la morte del/la partner o di amici stretti, l'aumento dell'uso di farmaci, l'esistenza di malattie concorrenti e le alterazioni dei ritmi circadiani.

Pertanto è chiaramente utile che suo padre venga dapprima visitato dal suo curante,
che solo dopo potrà indirizzarlo allo specialista più idoneo.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 385XXX

grazie per la risposta e mi scuso se mi faccio sentire solo adesso ma ho avuto probemi con il pc.Riguardo a mio padre non ha subito niente di quello ke avete detto voi le medicine sono sempre quelle da decenni comunque nel frattempo mi sono sentita col medico curante il quale ha detto che sono 2 farmaci che fanno questi effetti: il CATAPRESAN 2 mg e il GARDENALE 100mg che prende da quando è stato ricoverato nel 2003 ,senza mai effetti collaterali.
Come mai adesso gli stanno facendo questo effetto?Il medico curante dice che è a causa dell'età

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Prendo atto ora dei farmaci usati,
ma se lei rilegge la mia risposta,
in essa è contenuto il riferimento ai farmaci, che a lungo andare possono dare effetti indesiderati.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 385XXX

grazie ancora di tutto

[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Ci mancherebbe.

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente 385XXX

scusate se ne approfitto
questa mattina è stato visitato dal cardiologo e ha detto di sospendere il catapresan e sostituirlo con Idroquark e una compressa di Lasix oltre alle altre medicine ke prende già che sono:lanoxin 0,625 lasitone e zanedip la sera
però ha detto che ci vuole anche la visita del neurologo

[#7] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Mi sembra un percorso diagnostico condivisibile.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente 385XXX

grazie ancora e al prossimo consiglio

[#9] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Mi ritenga disponibile.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente 385XXX

Salve dottore si ricorda il caso di mio padre che dormiva sempre? Bene! a ottobre è stato visitato dal neurologo che lo segue da anni il quale gli ha tolto il Gardenale da 100mg perche dice che dopo 2 anni il rischio di attacchi epilettici è uguale o lo prende o non lo prende la fine di ottobre gli viene un TIA con attacchi epilettici,lo portiamo al pronto soccorso gli fanno calmare gli attacchi epilettici e lo ricoverano in geriatria gli cambiano quasi tutta la terapia che faceva da anni,dimenticavo il neurologo gli diagnosica anche del parkinsionismo,e gli ha prescritto il SIRIO,in ospedale come terapia gli prescrivono: AMOPLIDINA,1 la seraRAMIPRIL e IDROCLOROTIZIADE 5+25 1 la mattina REPAGLINIDE 1x3 LEVETIRACETAM da 500mg 1x2 confermano il SIRIO 1x2 e la TICLOPIDINA 1x2 dopo 10 giorni della dimissione gli viene un altro attacco epilettico e stà ricoverato di nuovo in medicina e gli aumentano il LEVETIRACETAM a 750mg 1x2 mentre il neurologo dice di prenderne 1x3 da 500mg dopo 10 giorni della seconda dimissione e precisamente ieri gli è venuta una leggera ischemia che si è risolta da sola in 7 ore.Vorrei sapere perche gli stanno venendo tutti questi attacchi in così breve distanza.GRAZIE e scusate

[#11] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Malattie, danni

<<gli viene un TIA con attacchi epilettici>>

<<gli è venuta una leggera ischemia>>

o malformazioni cerebrali che possono alterare la attività dei neuroni (cellule) cerebrali possono indurre epilessia.

Cordialmente


Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it