Utente 406XXX
Gentilmente vorrei chiedere un chiarimento in merito alla pressione sanguigna che sarebbe più adatta alle persone anziane.
Mia madre ha 77 anni e soffre da sempre di ipertensione. Prendeva Blopresid 32/12,5 e da meno di un anno anche Zanedip 10.
Poi, avendo la sindrome metabolica, ha dovuto perdere alcuni chili seguendo una dieta necessaria anche a tenere sotto controllo la glicemia in quanto insulino resistente. Con l'arrivo della bella stagione ha avuto alcuni episodi di pressione bassa. Quindi le hanno tolto Zanedip. Siccome accusava ancora fiacchezza, da una settimana circa ha sostituito Blopresid 32/12,5 con Blopress 32. Lei dice che sta meglio ma io sono preoccupata perché la pressione, che io monitoro tutti i giorni con un apparecchio elettronico a casa, si è alzata. Prima la massima era sempre sotto 120, mentre ora è superiore a 130. Oscilla tra 125 e 140, a parte qualche episodio superiore a 140. Ho fanno una banale media giornaliera e stiamo a 135. È troppo alta?
Mi diceva un medico che gli anziani non dovrebbero averla troppo bassa perché hanno le arterie rigide e quindi per far affluire meglio il sangue al cervello sarebbe sbagliato tenere la pressione non troppo bassa perché si compromettono le facoltà cognitive. Però adesso è sopra 130 con episodi a 140!
Faccio un esempio:
Oggi
Ore 8:45 sveglia
Ore 8:56 massima 126, minima 77, pulsazioni 63
Ore 8:58 massima 127, minima 74, pulsazioni 68
Ore 9:30 colazione e Blopress 32 mg
Ore 19:50 massima 132, minima 70, pulsazioni 67
Ore 19:52 massima 135, minima 71, pulsazioni 63
Ore 19:54 massima 140, minima 74, pulsazioni 60.
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Aisa

20% attività
8% attualità
0% socialità
PERUGIA (PG)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2018
Il trattamento dell'ipertensione arteriosa nell'anziano spesso esula dalle linee-guida valide per i soggetti giovani-adulti e necessita di una preventiva valutazione multidimensionale che riguardi,oltre tutti gli aspetti clinici,anche lo stato cognitivo e il livello di autonomia funzionale. Nel caso specifico l'età non troppo avanzata e la sindrome metabolica (bisogna comunque fare attenzione alla dieta,soprattutto se in presenza di sovrappeso) suggerirebbero di mantenere i valori pressori sistolici al di sotto di 140mmHg,mentre quelli diastolicii sono ottimali
Dr. Giovanni Aisa

[#2] dopo  
Utente 406XXX

La ringrazio molto per la risposta dottore!