Utente 287XXX
Buon giorno,

avrei bisogno di qualche parere per quanto riguarda i miei esami ormonali fatti in 20° giornata il giorno 27/3/07:


FSH 3,1 mUI/mL (1,7 - 7,7)

LH 2,6 mUI/mL (1,00 - 11,4)

PROLATTINA 18,4 ng/mL (4,79 - 23,3)

PROGESTERONE 14,53 ng/mL (1,7 - 27,00)

ESTRADIOLO 276 pg/mL (43,8 - 211)



In data 24/3 ho fatto un'ecografica transvaginale e non risultavano cisti, si evidenziava ovulazione avvenuta (io credo intorno al 21/3 max 22/3), presenza di corpo luteo e rima endometriale di mm 8,8.
Le mestruazioni sono poi arrivate il 31/3/07.
Io iniziato a fare degli esami ormonali perchè mi sono accorta che la mia fase luteale è un pò troppo corta: l'ultimo mese è stata di 9 giorni con inizio spotting al 7 po (temperatura + stick).


Il ginecologo mi ha detto di stare tranquilla: i valori degli esami sono buoni (la mia preoccupazione era per il progesterone) e il fatto di avere una fase luteale breve (9 max 10 gg) non è un problema se il progesterone è ok.

Cosa mi dice lei?

Grazie


[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Esistono due forme di LPD (luteal phase deficiency):
a) la fase luteale breve, in cui la produzione di progesterone è normale come quantità ,ma la vitalità biologica del corpo luteo è ridotta, minore, cioè, dei 14 giorni di riferimento normale (in particolare minore di 7 giorni)
b) la fase luteale inadeguata, in cui la produzione di progesterone da parte di un corpo luteo che dura biologicamente per un periodo di tempo regolare, appare ridotta.
___________________________________________________________________
In genere le cause sono plurime:
a) anomalie della produzione endogena della prolattina
b) anomalie della produzione endogena degli ormoni tiroidei
c) presenza di auto-anticorpi
d) assunzione di farmaci con effetti endocrini
e) presenza di cisti funzionali ovariche (deficit sporadici)
f) anomalie della produzione endogena di gonadotropine ipofisarie, in specie nelle fasi iniziali e finali del ciclo ovarico
g) età superiore ai 35 anni.
_________________________________________________________________
Clinicamente la LPD si manifesta con:
a) cicli mestruali patologicamente brevi (inferiori, cioè, ai 21 giorni)
b) spotting generalmente pre-mestruali della durata almeno di 5 - 7 giorni
c) menorragia/menometrorragia per associata presenza di una iperplasia endometriale da iperestrogenismo relativo
d) aborti precoci (generalmente e caratteristicamente fra la settima e la nona settimana)
e) incremento/comparsa di sintomi come da sindrome pre-mestruale ad impronta cefalalgica o mastalgica.
___________________________________________________________________
La terapia migliore, ovviamente, dovrebbe essere quella incentrata sulla causa che determina il problema.
In maniera "sintomatica" la terapia consiste nella supplementazione dall'esterno di Progesterone.
Le modalità e la tipologia dei preparati sono tante, da eseguire e scegliere in base all'esperienza individuale del singolo specialista di riferimento.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente 287XXX

Grazie dottore per la sua chiara spiegazione,

ora mi domando: come devo procedere secondo lei?
Devo affidarmi ad un centro che si occupa di fertilità/sterilità?
Nel mio primo post non avevo scritto che l'anno scorso ero rimasta incinta ma purtroppo a 11 settimane l'ho perso e che mio marito ha problemi di motilità con gli spermatozoi.

Grazie nuovamente


[#3] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Esegua in settima giornata del ciclo (contando dal primo giorno di flusso abbondante rosso vivo) questi esami:
fT3 - fT4 - Anticorpi anti-tireoglobulina - Anticorpi antiperossidasi - FSH - LH - E2 - Prl ed in 18ma - 21ma e 23ma giornata (anche se nel frattempo fosse giunto un altro flusso mestruale) E2 - progesterone e PRL.
Esegua in 12° - 14° giorno del ciclo una eco TV per evidenziare il momento ovulatorio, annotando dopo quanti giorni dalla presunta ovulazione Le giunge il flusso successivo.
Posti i risultati ottenuti e Le potrò dire la mia opinione.
Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente 287XXX

Egr. Dottore,

prendo nota degli accertamenti che lei mi ha indicato.
Mi sorgono due domande:
1) esiste una cura per sistemare un'eventuale cattivo funzionamento del corpo luteo?
2) da cosa dipende questa situazione? o meglio: l'anno scorso sono rimasta incinta dopo soli 2 tentativi ma può essere che la mia fase luteale era già così breve o lo è potuta diventare dopo il raschiamento per aborto interno a 11+5?

Ieri al 9 po ho inziato ad averre spotting (ma con temperatura 37,20)e oggi 10 po spotting e calo drastico della temperatura.

Nel conteggio della fase luteale si tiene conto dello spotting?
Lo spotting normalmente mi dura due giorni prima del flusso vero e proprio e quindi domani 11 po sarà in realtà il 1 pm.....e quindi la mia fase luteale sarà stata di 10 giorni o di 8?

Grazie per la sua cortesia e collaborazione