Cervicite con cheratosi e coilocitosi

Gent.imi medici sono una ragazza di 29 anni e vorrei chiederVi un consiglio se possibile sono molto confusa!!
Nel mese di dicembre durante una visita ginecologica ho effettuato un paptest con esito :
REPERTO CITOLOGICO
valutazione del campione - OTTIMALE
atipie epiteliali - GHIANDOLARI (con atipia di significato indeterminato AGUS)

Mi è stato prescritto di eseguire una COLPOSCOPIA eseguita nel mese di Aprile con esito:

NOTIZIE CLINICHE
diagnosi citologica di AGUS
ANTZ tipo 1. Biopsia ore 12

MATERIALE
1 - Portio (biopsia)

ESAME MACROSCOPICO
Frustolo mucoso di cm 0,4x0,2
AC/as

ESAME MICROSCOPICO
Frustolo di mucosa della giunzione cervicale con epitelio squamoso metaplasico con acantosi, cheratinizzazione e modificazioni citopatiche in elementi superficiali suggestive per infezione da HPV. Non evidenzia alterazioni displastiche.
Nel prelievo sono comprese rare ghiandole endocervicali normali.

DIAGNOSI
Cervicite con cheratosi e coilocitosi

Il ginecologo dell'ospedale mi ha soltanto consigliato di ripetere sia paptest che colposcopia tra 3 mesi.
Sinceramente non mi sento molto confortata sia dal fatto che non mi è stato chiarito esattamente cos'ho ne tanto meno mi è stata data una cura di nessun tipo!!
Voi cosa mi consigliate!! Sto passando un periodo di disagio ,da notare che a volte ho come delle sensazioni di prurito/fastidio accompagnate in alcuni giorni anche da perdite bianche!!
Ho bisogno di una cura o devo aspettare tutto questo tempo!!
GRAZIE IN ANTICIPO PER LA RISPOSTA!!



[#1]
Dr. Ivanoe Santoro Ginecologo 8,5k 280 7
Cara amica
Lei ha una infezione da virus HPV del collo uterino.
La prima cosa da fare, è eseguire con endobrush un prelievo per la tipizzazione del virus stesso attraverso la specificazione della sequenza nucleotidica del genoma virale presso un laboratorio che esegua indagini di genetica molecolare con sonde apposite. Detto in altri termini, il Suo Ginecologo dovrebbe proporLe di eseguire un prelievo con una sorta di "spazzolino" dal Suo collo uterino, mettendone la punta in una provetta con del liquido che sembra acqua. La provetta va consegnata in un Laboratorio di Biologia Molecolare chiedendo di ricercare il materiale genetico del virus HPV per distinguere quale sottotipo di virus sia presente nel Suo caso (se un ceppo virale a basso grado di lesività o un ceppo virale ad elevato grado di lesività).
La seconda cosa da fare, una volta ottenuto il risultato di cui sopra, è sottoporre il Suo partner sessuale ad una penescopia con eventuale microbiopsia di lesioni sospette nel caso siano presenti (si tratta di una infezione sessualmente trasmessa e trasmissibile).
Le sue lesioni visibili colposcopicamente vanno, quindi, immediatamente trattate con Laser-terapia mirata, eseguendo un Pap Test di controllo (o meglio un Thin Prep) ogni 3 mesi per almeno 3 volte ed una Colposcopia ogni 6 mesi per il primo anno dalla terapia indicata.
Cordialmente.

Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
già Direttore f.f. UO OST/GIN Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio dottore per la risposta è stato molto gentile, ho già prenotato una visita da un nuovo ginecologo che spero possa essermi più di aiuto!!
Le volevo chiedere un altro consiglio urgente se possibile!! Proprio in questi giorni sono tornate a farsi sentire quei tremendi pruriti che accennavo preceden "non c'è niente che posso mettere che mi possa dare sollievo" ho anche delle perdite bianche!! Tutto questo è la causa del virus che ho?
GRAZIE infinite per la risposta!!

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test