Utente 166XXX
Salve,
sono una ragazza di 22 anni e da quando è iniziata la mia vita sessuale (circa 6 anni) ho sempre avuto difficoltà di eccitazione e, di conseguenza, di lubrificazione. So già che i miei problemi hanno natura psicologica però mi chiedo come mai, nonostante questo, non abbia problemi a raggiungere l’orgasmo. Quindi chiedo a voi: l’orgasmo non è forse il risultato di una fase di crescente eccitazione? Non è forse l’apice di sensazioni che coinvolgono tutto il corpo e la mente? E allora perché io, nonostante non sia così coinvolta né fisicamente, né mentalmente, nonostante non mi senta così eccitata ( qualche volta mi è capitato di sentirmi (un po’) eccitata, quindi so cosa si prova…..) attraverso la stimolazione del clitoride e la penetrazione raggiungo senza problemi l’orgasmo?
Che sia chiaro: non me ne lamento, anzi, questa è forse l’unica consolazione al mio stato perenne di frustrazione e disagio, però credevo che l’orgasmo non fosse solamente il risultato di una stimolazione “meccanica”. (Forse ho una visione troppo romantica dell’atto e del piacere!!)
A parte un ormai certo blocco psicologico, potrei avere anche dei problemi fisici che impediscono una corretta lubrificazione? Vi pongo quest’ultima domanda perché, anche quando mi sento un po’ più coinvolta ed eccitata del solito, la mia lubrificazione è sempre pari a ZERO.
Vi chiedo inoltre: un ginecologo come si accerta dell’eventuale presenza di problemi fisici, causa appunto di questo problema?
Spero di essere stata chiara e Vi ringrazio a anticipatamente della Vostra disponibilità.

[#1]  
Dr.ssa Valentina Pontello

52% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Signorina,

una ridotta lubrificazione può riconoscere diverse cause:

- ridotta eccitazione
- infezione vulvovaginale
- dermatosi vulvovaginali (tipo lichen ad esempio)
- terapia con estroprogestinici a basso dosaggio
- squilibri ormonali con ipoestrogenismo

Sicuramente farei un tampone vaginale, e degli esami ormonali. eventualmente, se venisse un sospetto di una patologia dermatologia, aggiungerei anche la vulvoscopia.

in ogni caso, vista la riconosciuta origine psicologica, farei anche una consulenza psicosessuologica per risolvere il problema.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#2] dopo  
Utente 166XXX

Salve,
effettivamente ho assunto Yasmin per due anni e mezzo, ma mi causava molta secchezza e delle perdite bianche molto imbarazzanti (anche se non mi arrecavano alcun fastidio), oltre che frequenti bruciori e fastidi, indipendenti dalle perdite.
Ho smesso da due mesi, si è ripristinata la normale lubrificazione e non ho più perdite, sessualmente però non è cambiato nulla.
Grazie per il consulto, provvederò al più presto a sottopormi ad una visita ginecologica.