Utente
Buongiorno mi chiamo Rodica 31 anni.
Dietro una forte emorraggia sono stata in pronto soccorso dove mi e stato diagnosticato un fibroma uterino di cm 10.Il dotore che mi ha visitata mia a fatto fare una ecografia e mi ha prescrito il seguente medicinale PRIMOLUT-NOR 10mg per 17 giorni dopo di che devo tornare per controllo.
Gentili dottori chiedo a voi se gentilmente mi potreste fornire qualche delucidazione e qualche centro specializzato in Roma non essendo io italiana.
In attesa di vostre notizie vi ringrazio e saluto cordialmente.
Rodica

[#1]  
Dr.ssa Paola Anzivino

20% attività
0% attualità
0% socialità
LONIGO (VI)
THIENE (VI)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Le consiglio, data l'età, di non intervenire chirurgicamente, ma di fare per 3 mesi la terapia con PRIMOLUT NOR, anche con solo 10 compressa al mese per 3 mesi dal 16° giorno del ciclo. Di solito è sufficiente per ridurre le emorragie e si può ripetere la cura 2 volte all'anno. Poi, se proprio le mestruazioni continueranno ad essere abbondanti si deciderà per un'isterectomia, ma ho avuto molte pazienti che non hanno dovuto operarsi, sottoponendosi solo alla terapia medica. Cari saluti
Dr.ssa PAOLA ANZIVINO

[#2]  
Dr. Alessandro Casa

24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2000
gentile signora,
premettendo e sottolinenando che senza conoscere personalmente la situazione e senza poter disporre in modo diretto di tutte le informazioni necessarie, il mio parere è che, anche se non è errato quanto detto dalla collega circa la terapia per controllare le mestruazioni, un fibroma che ha raggiunto le dimensioni di 10 centimetri è conveniente toglierlo.
Spesso, eseguito l'intervento, i flussi mestruali tendono a regolarizzarsi spontaneamente.
Quanto detto, le ripeto, deve essere inteso solo come ipotesi generale, perchè solo il medico che conosce direttamente la situazione può essere più preciso.
a Roma esistono molte Strutture Ospedaliere cui potersi rivolgere: è sufficiente decidere quale e telefonare per un appuntamento per sottoporsi ad una visita ambulatoriale e poter quindi decidere cosa sia più indicato fare nel suo caso.
cordialmente
Alessandro Casa


Alessandro Casa

[#3]  
Un mioma di 10 cm alla sua età deve essere tolto. Il rischio di non toglierlo, oltre alle mestruazioni abbondanti, è quello che cresca ulteriormente con la eventuale conseguenza di non poter eseguire un intervento conservativo(miomectomia) e quindi essere costretti ad eseguire una isterectomia.
Non conosco centri a Roma.

[#4]  
Dr. Maurizio Bologna

24% attività
8% attualità
4% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2000
Gentile Signora, Le invio solo un ulteriore parere certamente in linea con quanto già esposto dai Colleghi finora intervenuti. La presenza di fibromi uterini è un'evenienza non certo rara. Frequentemente essi vengono rilevati e diagnosticati incidentalmente in occasione di una visita medica. Il rilievo non comporta solitamente terapie se non, come nel suo caso, in caso di metrorragia o quando le loro dimensioni sono così rilevanti da comprimere organi vicini causando complicazioni diverse. Il primo trattamento può essere conservativo (trattamento ormonale orale, iniettivo ovvero attraverso rilascio endouterino dopo l'applicazione di un Dispositivo IntraUterino (come una "spirale contraccettiva") a rilascio di progestinico. La terapia chirurgica certamente è un trattamento da considerare. Tuttavia prima di esprimersi in giudizi diagnostici e, soprattutto, in strategie terapeutiche occorre valutare una serie di fattori quali l'entità e la frequenza della perdite ematiche, lo stato di anemia creatosi, la storia ostetrica e i progetti riproduttivi della paziente, ivi compresa la necessità di pratiche contraccettive. In conclusione è, come sempre, necessario sottoporsi a visita specialistica e ascoltare i suggerimenti del medico. Si tratta di una patologia frequente, consueta, verso la quale qualsiasi struttura ginecologica potrà certamente agire correttamente. In altri termini non deve preoccuparsi di cercare centri medici particolari. Qualsiasi ospedale sarà adeguato. Scelga il più comodo per lei e il medico con il quale si sentirà più tranquilla. Molti auguri.
Maurizio Bologna, chirurgo ginecologo e urologo, website: www.mauriziobologna.com

[#5]  
Attivo dal 2007 al 2011
gentile signora leggendo ciò che scrive in prima ipotesi sapere visto le dimensioni del mioma e la sua età rimuovere il mioma con intervento conservativo.

mi contatti pure tranquillamente se desidera ulteriori informazioni.
cordiali saluti

[#6]  
Dr. Maurizio Di Felice

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Concordo con il collega che propone di togliere il mioma
Dr. Maurizio Di Felice

[#7]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Io sono per la miomectomia,parliamo di donna giovane e con desiderio di prole.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#8]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Sono il linea col Collega Bologna in particolare.

Prima di dire se un mioma è:
a) trattabile con terapia medica
b) trattabile con terapia chirurgica conservativa (rimozione del solo mioma lasciando l'utero)
c) terapia chirurgica demolitiva (rimozione dell'intero utero compreso il mioma)
occorre rispondere ad alcuni quesiti.

Nel caso della paziente, un mioma di 10 cm di diametro, pone indicazione ad una terapia medica di primo impatto se sintomatico in senso incidente sulla regolarità dei flussi, seguita, a mio modesto avviso, da una terapia chirurgica.

Terapia chirurgica conservativa o demolitiva?

la risposta dipende da svariati fattori:

1) si tratta di un mioma singolo o solitario o di un utero con miomi multipli di cui il maggiore misura 10 cm?
2) Il/i mioma/i è/sono prevalentemente sottosieroso/i o sottomucoso/i?
3) Il mioma di 10 cm è peduncolato o sessile?
4) La donna è nullipara e desiderosa di prole o pluripara?
5) Qual'è l'intensità o la gravità dei sintomi ascrivibili direttamente ed/od indirettamente al mioma?
6) Qual'è stata la riposta ad eventuali trattamenti medici precedenti (Progestinici per via generale o locale, Danazolo, Analoghi del GnRH, Estroprogestinici)?
7) Quali sono i dati ottenuti dalla Flussimetria Doppler-Colore della massa?

Le risposte a queste domande indicheranno la corretta strada da seguire.

Saluti.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#9]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Mi permetto di aggiungere un dato clinico:durante la gestazione i fibromiomi tendono ad aumentare paurosamente di volume per il clima ormonale gravidico,creando seri problemi alla buona prosecuzione della gravidanza.
DOMANDA:Qual'è il razionale dell'attesa?
PERCHE' creare una condizione di ANEMIA SIDEROPENICA?
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#10] dopo  
Utente
Grazie per tutte le risposte.
Una domanda per Dr. Maurizio Bologna,come posso contattarlo oppure fare un appuntamento per una visita ginecologica e diseguito curarmi perche desidero di avere un bambino.

ECO ADDOME INFERIORE che h'o fatto in pronto soccorso

Enorme aumento volumetrico dell'utero che presenta diam. long. di 146mm.A-P 87mm.e L-L di 110mm.
Il fondo dell'utero presenta struttura disomogenea per la presenza di verosimile fibromioma gigante di 10cm.
Non riconoscibili gli echi endometriali.
Annessi in sede,normali per volume e struttura.
Libero il Douglas.

[#11]  
Dr.ssa Paola Anzivino

20% attività
0% attualità
0% socialità
LONIGO (VI)
THIENE (VI)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Gent. Sig.ra, visto l'esto dell'Eco, sono d'accordo con gli altri colleghi: la terapia medica stando così le cosa è poco proponibile. Si rivolga ad un collega della sua zona per intervenire rimuovendo il fibroma e possibilmente conservando l'utero. Se desidera una gravidanza dovrà poi aspettare un certo periodo di tempo, ma almeno non dovrebbero poi esserci complicanza durante la gestazione. Saluti
Dr.ssa PAOLA ANZIVINO

[#12]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
IN linea con la COLLEGA Paola Anzivino.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#13]  
Dr. Mario Arca

24% attività
4% attualità
12% socialità
OLBIA (SS)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile e preoccupata utente,
certamente, considerato il desiderio di prole e la giovane età, un fibroma di tale dimensioni è da rimuovere.
Pertanto, senza interrompere la terapia in corso, prenda rapporti
con una struttura della sua città.
saluti
dott. Mario Arca
Dottor Mario Arca
Ex Dirigente Medico ASSL OLBIA -TEMPIO
Studio Ostetrico Ginecologico
via Lorenzo Ghiberti n 65- 07026 olbia

[#14]  
Prof. Simone Ferrero

28% attività
8% attualità
12% socialità
ALBISOLA SUPERIORE (SV)
CAIRO MONTENOTTE (SV)
CHIAVARI (GE)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Senza dubbio toglierei il fibroma; se il fibroma è unico forse l’intervento potrebbe essere eseguito in laparoscopia. Sarebbe utile valutare con più precisione la distanza del mioma della rima endometriale (con un’altra ecografia o con una risonanza magnetica).
Prof. Simone Ferrero
www.simoneferrero.it
www.piazzadellavittoria14.it

[#15] dopo  
Utente
***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.

[#16] dopo  
Utente


Buongiorno

Ringrazio a tutti dottori che mi ha consigliato di fare MIOMECTOMIE .Dopo 2 mese di attesa ho fatto intervento chirurgico a Roma AZIENDA OSPEDALIERA S. CAMILLO – FORLANINI U.O.C. Ginecologia ed Ostetricia .Oggi sono di nuova tranquilla grazie a Primario:Prof. Claudio Donadio è a tutti infermiere dell’ reparto che sono stati bravissimi con me.

Grazie e cordiali saluti

Rodica

[#17]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
In bocca al lupo per una futura gravidanza.
CORDIALI SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#18]  
Attivo dal 2007 al 2011
in bocca al lupo

[#19]  
ottima scelta terapeutica. in bocca ala lupo