Utente 619XXX
Gentili dottori,
ho 27 anni e prendo la pillola Harmonet da 5 anni.
Saltuariamente durante e dopo i rapporti mi capita di avvertire bruciore. ho effettuato il pap test.il risultato è: alterazioni cellulari benigne associate ad infiammazione.
vorrei sapere se è il caso di fare un tampone vaginale o altri esami per capire da cosa quest'infiammazione è causata dato che il pap test non mi indica niente.
Mi è stata prescritta anche una cura con clavulin, dato che mi è stata trovata una concentrazione elevata di escherichia coli nelle urine,
e non so se iniziare o aspettare l'eventuale tampone vaginale.
grazie per gli eventuali consigli.

[#1] dopo  
cara signora
lei non ha niente
la sua risposta del pap test è forse la più frequente in assoluto.
normalmente sul collo dell'utero ed in vagina sono presenti cellule infiammatorie, la mancanza di indicazione di infezione dovrebbe tranquillizzare rispetto a vaginiti specifiche (trichomonas,candida etc)
molte volte il bruciore è legato solo ad un alterato equilibrio della flora batterica fisiologica di cui fà parte in piccola quantità anche l'escherichia coli(batterio intestinale) ricordi che un antibiotico distrugge tutto anche la flora normale (b.di doederlein).
mi faccia sapere del tampone

cordiali saluti
roberto piccoli

[#2] dopo  
Utente 619XXX

Grazie.
Pensavo fosse un'imprecisione del referto il fatto che non fosse indicato nessun batterio..
In ogni caso la cura antibiotica devo farla, dovrò prendere qualche antimicotico contemporaneamente?

distinti saluti

[#3] dopo  
se l'impegno terapeutico con antibiotico è notevole forse può avere significato una terapia monodose con antimicotico, ma devo anche dirle che non uso assolutamente questo schema nella mia pratica clinica preferendo reintegrare ed equilibrare l'ecosistema vaginale
cordiali saluti
roberto piccoli